LOGO
  • ,

    Weekend al cinema: i film in sala dal 17 maggio

    Questo nuovo weekend al cinema di maggio porta nelle nostre sale, dallo scorso 17 maggio, il film italiano che ha fatto emozionare la critica al Festival di Cannes. Stiamo parlando dell’ultima pellicola di Paolo Virzì, La Pazza Gioia (in foto). Scritto da Virzì con Francesca Archibugi, il film ha come protagoniste Micaela Ramazzotti e la straordinaria Valeria Bruni Tedeschi: due donne, rispettivamente Donatella e Beatrice, che si incontrano in una comunità per persone con problemi di salute mentale e che presto diventeranno compagne di un’avventura tra le strade della Versilia. La nostra recensione, qui.

    Continua la stagione dei cinecomics e ieri, 18 maggio, nei cinema italiani è arrivato X-Men: Apocalisse, di Bryan Singer. Il più antico e potente dei mutanti, Apocalisse (Oscar Isaac) si risveglia negli anni Ottanta e cerca di formare un esercito per combattere la decadenza del mondo. All’appello risponde Magneto (Michael Fassbender), ma Prof. X (James McAvoy) non sta a guardare e decide di fronteggiare questi nuovi nemici. Nel cast anche Jennifer Lawrence, Olivia Munn e Nicholas Hoult. Sempre da ieri, in sala c’è l’ultimo film di Stefano Calvagna, Si Vis Pacem Para Bellum. Tra le strade di Roma, la storia di un buttafuori che lavora come killer al soldo di un tipo losco e molto potente.

    Veniamo ai film in uscita oggi, 19 maggio. Si parte con il biografico Whiskey Tango Foxtrot della coppia Glenn Ficarra e John Requa. Il film, basato sul libro della giornalista Kim Barker, racconta il suo arrivo a Kabul nel 2002. La Barker non conosceva la situazione tra Afghanistan e Pakistan e parlava solo inglese, ma solo addentrandosi nella regione il suo amore verso questa zona del mondo è cresciuto in maniera proporzionale alla paura per la sua fragile stabilità. Nel cast Tina Fey, Martin Freeman e Margot Robbie. Per gli amanti dell’action, My father Jack è il film di Tonino Zangardi con Matteo Branciamore e Francesco Pannofino: impegnato a difendere un pentito di mafia, il giovane avvocato Matteo dovrà vedersela con il suo vero padre, un eccentrico artista. Chiudiamo con l’animazione e il documentario. Per il primo genere, dalla Francia arriva il film Mortadello e Polpetta contro Jimmy lo Sguercio di Javier Fesser, mentre Antonietta De Lillo porta in sala Oggi insieme anche domani – Film corale: interviste, opinioni e sguardi sull’amore rilasciati da persone incontrate per strada.

    Read more »
  • ,

    X-Men: Apocalisse, Canovaccio mutante

    Terza avventura per James McAvoy, Jennifer Lawrence e Michael Fassbender nei panni dei mutanti della Marvel. Dirige Bryan Singer. X-Men: Apocalisse arriva in sala il 18 maggio.

    2stellemezzo

    Mutanti contro la fine del mondo, l’ennesima. X-Men: Apocalisse è l’ultima incarnazione di questo assioma ed è anche la terza avventura del nuovo corso cinematografico degli eroi di casa Marvel, dopo i precedenti X-Men: L’inizio e X-Men: Giorni di un futuro passato. Al centro della scena gli ormai soliti James McAvoy, Michael Fassbender, Nicholas Hoult e Jennifer Lawrence, accompagnati per l’occasione da qualche giovane di belle speranze, su tutti Sophie Turner, già interprete della serie tv più vista del mondo, Il Trono di Spade, e Tye Sheridan che sarà il protagonista di Ready: Player One, prossima fatica fantascientifica targata Steven Spielberg. Sul timone si posa invece la mano ferma di Bryan Singer, regista dei Soliti Sospetti, che insieme a Hugh Jackman è il vero trait d’union tra questi X-Men e quelli che fecero il loro esordio al cinema nell’ormai lontano anno 2000.

    L’intreccio di X-Men: Apocalisse ci porta negli anni 80 e vede riaffacciarsi alla vita un mutante antico e potente di nome Apocalisse, interpretato da un lanciatissimo ma poco riconoscibile Oscar Isaac, che converte alla sua causa quattro superuomini e li lancia in un’offensiva contro gli umani. Le sorti del mondo si reggeranno ancora una volta sul Professor X (McAvoy) e sugli allievi vecchi come Hank “La Bestia” McCoy (Hoult) e nuovi ovvero Scott “Ciclope” Summers (Sheridan) e Jean Grey (Turner), ma anche sullo spirito combattivo della mutaforma Mystica (Lawrence) e sui dubbi e sulla coscienza di Magneto (Fassbender), la figura più grigia dell’universo mutante.

    Tra i tormenti di un popolo ai margini, il desiderio di emergere, la sfida eterna tra violenza e idealismo, tra speranza e disperazione, la sceneggiatura del produttore Simon Kinberg, vera eminenza grigia della nuova onda di film con il marchio della X, sembra scritta a occhi chiusi. Con tanto di camei di prestigio, di riferimenti fumettistici – che non sveliamo per evitare spoiler – e di qualche scena di effetto sicuro e già testato, come le evoluzioni del simpatico velocista Quicksilver (interpretato dall’Evan Peters di American Horror Story). In sostanza Kinberg e Singer sembrano sempre più intenti a distillare la formula di un cinecomics inattaccabile. Ecco quindi che il racconto procede con il giusto ritmo, che le sequenze d’azione mescolano dinamismo, divertimento e il giusto pizzico di tensione. Saggia anche la gestione dei personaggi, forse grazie alla natura corale del concetto stesso degli X-Men, che ha evitato gli evidenti squilibri di film come Avengers: Age of Ultron o dell’ultimo Captain America: Civil War. Uno degli elementi di forza resta poi la chimica dei personaggi, anche quella forte di rapporti già assodati (quello tra McAvoy, Fassbender e la Lawrence, i sipari da commedia tra McAvoy e il personaggio interpretato da Rose Byrne, il legame tra Quicksilver e Magneto ecc.).

    Ma l’unico e non banale difetto di X-Men: Apocalisse è quello di avventurarsi su un territorio già mappato, di dimenticarsi di esplorare nel tentativo di perfezionare. La sensazione sgradevole alla fine è quella di trovarsi di fronte un film che segue una formula scolpita nel granito e destinata a ripetersi anche nelle prossime iterazioni. E se il fan è abitudinario e potrebbe trovare confortevole una ripetitività condita dai giusti rimandi, di certo un pubblico più esigente non si accontenterà dell’ennesimo capitolo di un franchise che, nonostante la cura della realizzazione e il talento messo in campo, mostra segni di logoramento.

    Read more »
  • ,

    Online il trailer di X-Men: Apocalypse

    Da poche ore è apparso sul web il primo trailer ufficiale in lingua originale di X-Men: Apocalypse. Il film chiuderà la trilogia iniziata nel 2011 con X-Men: l’inizio, di Matthew Vaughn, e proseguita nel 2014 con X-Men: Giorni di un futuro passato, di Bryan Singer.
    A dirigere questo terzo capitolo ci sarà ancora una volta Singer, che ha anche scritto la sceneggiatura insieme a Michael Dougherty e Dan Harris.
    X-Men: Apocalypse sarà ambientato dieci anni dopo i fatti raccontati nel film precedente. Un mutante millenario, dal nome molto eloquente, Apocalisse (Oscar Isaac), si risveglia e trova il mondo nel caos: l’unico modo per ristabilire l’ordine è quello di sterminare tutta l’umanità. Grazie al suo enorme potere, Apocalisse riesce ad arruolare Magneto (Michael Fassbender), Psyloche (Olivia Munn), Arcangelo (Ben Hardy) e Tempesta (Alexandra Shipp) come suoi Cavalieri. Ma gli altri mutanti non ci stanno e saranno pronti ad affrontare una dura battaglia.
    Nel cast del film figurano anche Jennifer Lawrence (Mistica), James McAvoy (Xavier), Nicholas Hoult (Bestia), Evan Peters (Quicksilver), Sophie Turner (Jean Grey) e Tye Sheridan (Ciclope). La pellicola sarà distribuita in Italia a partire dal 26 maggio 2016.

    Read more »
Back to Top