LOGO
  • ,,

    Il tappeto rosso di Cannes è tutto per ‘donna Sofia’

    Se una diva internazionale, un’icona di bellezza, eleganza e talento cinematografico risponde alla più classica delle domande sui suoi ormai prossimi meravigliosi ottant’anni con un “E che ci posso fa…??” beh state sicuri che quella diva si chiama Sophia Loren!
    Il festival di Cannes la omaggia con una ‘master class’ di cui lei finge di non conoscere neppure il significato ed il valore e liquida con un semplice “vabbe’, qualche cosa ci inventeremo…” .
    L’attrice presenta a Cannes “La voce umana” un corto diretto da suo figlio, Edoardo Ponti, e tratto da una pièce di Cocteau che Erri De Luca ha tradotto in napoletano. Come se ci fosse ancora bisogno di conferme in tal senso l’interpretazione della Loren è l’ennesima conferma di un talento innato, perfetta com’e nel monologo della donna abbandonata dall’amante, che spera e poi dispera…
    “Era un mio sogno – racconta – fin dall’inizio della mia carriera; l’avevo visto recitato dalla Magnani e mi ero detta che un giorno lo avrei fatto anche io…”.
    Anti diva per eccellenza ‘condivide’ anche questo suo nuovo momento di gloria con un compagno artistico eccezionale, Marcello Mastroianni, scelto dal Festival come icona simbolo di questa edizione. “Che emozione arrivare a Cannes e vedere dappertutto manifesti con il volto di Marcello, mi sembra ci sia anche lui qui con me oggi.
    Seguono racconti del tipo: “Il set con lui era sempre un gioco, era un uomo straordinario con un grande senso dell’umorismo e quando arrivava la stanchezza si metteva a raccontare barzellette” e la felicità si trasforma in splendida emozione.

    Da Cannes Rocco Giurato

    20140520-191657.jpg

    Read more »
Back to Top