LOGO
  • ,

    David 2014, testa a testa tra Sorrentino e Virzì

    Gianluigi Rondi, decano dell’Accademia dei David, ha annunciato la pioggia di possibili statuette per ‘Il capitale umano’ e La grande bellezza’, rispettivamente 19 e 18 nomination.

    Come sempre e’ affidato al decano dell’Accademia dei David, Gianluigi Rondi, il compito di annunciare le candidature ai Donatello 2014. Il maggior numero di nomination le hanno ottenute Paolo Virzi’, con ‘Il capitale umano’ e Paolo Sorrentino con ‘La grande bellezza’, rispettivamente 19 e 18 nomination. Le altre pellicole che vanno a completare la cinquina più prestigiosa, quella del miglior film sono ‘La mafia uccide solo d’estate’ dell’esordiente Pierfrancesco Diliberto, in arte Pif; ‘La sedia della felicita” del compianto Carlo Mazzacurati e ‘Smetto quando voglio’ dell’esordiente Sydney Sibilia.’.
    Da ottimo padrone di casa Rondi ha anche svelato il retroscena di una ‘singola candidatura’ che stride con la ‘valanga’ di possibili statuette che potrebbero toccare a Virzi’ o a Sorrentino. Si tratta della nomination a Ettore Scola per il suo commovente documentario ‘Che strano chiamarsi Federico’.
    “Confesso che sono stato io a segnalarlo per la cinquina dei migliori registi e ne sono fiero – racconta Rondi – e’ il frutto di un montaggio perfetto, lo darei da mandare a memoria ai miei alunni per insegnargli cosa e’ il grande cinema”.
    La cerimonia di premiazione della 58ma edizione dei David e’ in programma martedi’ 10 giugno negli studi Nomentano 5 della Rai e sarà condotta da Anna Foglietta e Paolo Ruffini.
    L’attrice svela qualche anticipazione sulla serata: “Faremo dei siparietti” – dice sorridendo – vorremmo intrattenere il pubblico a casa. Spero di realizzare con Paolo una serata frizzante e divertente, non cadendo nel trabocchetto dell’ufficialita’ ingessata che rischia di compromettere la spontaneità. Questo e’ l’Oscar italiano, il nostro premio cinematografico più importante, è giusto farlo bene, dargli il giusto peso ma anche divertirci no…”.
    Gli fa eco il conduttore, attore e regista Paolo Ruffini: “Bisognerà fare una cosa seria ma non seriosa” sottolinea; il cinema crea felicità e passione, non c’è bisogno di arrabbiarsi se non si vince. Alla fine in America recitare e’ to play, che è lo stesso di giocare, quindi
    abbiamo gia’ preparato dei cartonati per chi non verra’ a ritirarlo il David”.

    A chi gli ha chiesto se per l’occasione (la serata andrà in diretta su Raimovie e in differita su Rai1) modererà il suo toscano politicamente scorretto ecco come ha risposto Ruffini:
    “Userò lo stesso mio linguaggio di sempre, io ho una teoria meravigliosa sulla volgarità, ovvero che la volgarità e’ nelle persone e non nelle parole. Ci sono persone che se ti dicono ‘passami il bicchiere’ sono volgari. Quindi sarà una festa ‘hard pop'”.

    TUTTE LE CANDIDATURE AI DAVID 2014

    MIGLIOR FILM:
    Il capitale umano di Paolo VIRZÌ
    La grande bellezza di Paolo SORRENTINO
    La mafia uccide solo d’estate di Pierfrancesco DILIBERTO
    La sedia della felicità di Carlo MAZZACURATI
    Smetto quando voglio di Sydney SIBILIA

    MIGLIORE REGISTA:
    Carlo MAZZACURATI (La sedia della felicità)
    Ferzan OZPETEK (Allacciate le cinture)
    Ettore SCOLA (Che strano chiamarsi Federico. Scola racconta Fellini)
    Paolo SORRENTINO (La grande bellezza)
    Paolo VIRZÌ (Il capitale umano)

    MIGLIORE REGISTA ESORDIENTE:
    Pierfrancesco DILIBERTO (La mafia uccide solo d’estate)
    Valeria GOLINO (Miele)
    Fabio GRASSADONIA e Antonio PIAZZA (Salvo)
    Matteo OLEOTTO (Zoran il mio nipote scemo)
    Sydney SIBILIA (Smetto quando voglio)

    MIGLIORE SCENEGGIATURA:
    Francesco PICCOLO, Francesco BRUNI, Paolo VIRZÌ (Il capitale umano)
    Paolo SORRENTINO, Umberto CONTARELLO (La grande bellezza)
    Michele ASTORI, Pierfrancesco DILIBERTO, Marco MARTANI (La mafia uccide solo d’estate)
    Francesca MARCIANO, Valia SANTELLA, Valeria GOLINO (Miele)
    Valerio ATTANASIO, Andrea GARELLO, Sydney SIBILIA (Smetto quando voglio)

    MIGLIORE PRODUTTORE (con un ex aequo):
    Per Indiana Production Fabrizio DONVITO,Benedetto HABIB, Marco COHEN, co-produttore per Manny Films Philippe GOMPEL e Birgit KEMNER, con Rai Cinemae Motorino Amaranto (Il capitale umano)
    Nicola GIULIANO, Francesca CIMA per Indigo Film (La grande bellezza)
    Mario GIANANI e Lorenzo MIELI per Wildside con Rai Cinema (La mafia uccide solo d’estate)
    Riccardo SCAMARCIO, Viola PRESTIERI per Buena Onda Film e con Rai Cinema (Miele)
    Massimo CRISTALDI, Fabrizio MOSCA (Salvo)
    Domenico PROCACCI, Matteo ROVERE con Rai Cinema (Smetto quando voglio)

    MIGLIORE ATTRICE PROTAGONISTA:
    Valeria BRUNI TEDESCHI (Il capitale umano)
    Paola CORTELLESI (Sotto una buona stella)
    Sabrina FERILLI (La grande bellezza)
    Kasia SMUTNIAK (Allacciate le cinture)
    Jasmine TRINCA (Miele)

    MIGLIORE ATTORE PROTAGONISTA:
    Giuseppe BATTISTON David 2014, testa a testa tra Sorrentino e Virzi’ (Zoran il mio nipote scemo)
    Fabrizio BENTIVOGLIO (Il capitale umano)
    Carlo CECCHI (Miele)
    Edoardo LEO (Smetto quando voglio)
    Toni SERVILLO (La grande bellezza)

    MIGLIORE ATTRICE NON PROTAGONISTA:
    Claudia GERINI (Tutta colpa di Freud)
    Valeria GOLINO (Il capitale umano)
    Paola MINACCIONI (Allacciate le cinture)
    Galatea RANZI (La grande bellezza)
    Milena VUKOTIC (La sedia della felicità)

    MIGLIORE ATTORE NON PROTAGONISTA (con un ex aequo):
    Valerio APREA (Smetto quando voglio)
    Giuseppe BATTISTON (La sedia della felicità)
    Libero DE RIENZO (Smetto quando voglio)
    Stefano FRESI (Smetto quando voglio)
    Fabrizio GIFUNI (Il capitale umano)
    Carlo VERDONE (La grande bellezza)

    MIGLIORE DIRETTORE DELLA FOTOGRAFIA:
    Jérôme ALMÈRAS (Il capitale umano)
    Luca BIGAZZI (La grande bellezza)
    Daniele CIPRÌ (Salvo)
    Gian Filippo CORTICELLI (Allacciate le cinture)
    Gergely POHARNOK (Miele)

    MIGLIORE MUSICISTA
    Pasquale CATALANO (Allacciate le cinture)
    Lele MARCHITELLI (La grande bellezza)
    PIVIO e Aldo DE SCALZI (Song’e Napule)
    Umberto SCIPIONE (Sotto una buona stella)
    Carlo VIRZÌ (Il capitale umano)

    MIGLIORE CANZONE ORIGINALE:
    “I’M SORRY” musica e testi di Giacomo VACCAI interpretata da JACKIE O’S FARM (Il capitale umano)
    “’A MALÌA” musica e testi di Dario SANSONE interpretata da FOJA (L’arte della felicità)
    “TOSAMI LADY” musica e testi di Santi PULVIRENTI, interpretata da Domenico CENTAMORE (La mafia uccide solo d’estate)
    “SMETTO QUANDO VOGLIO” musica e testi di Domenico SCARDAMAGLIA, interpretata da SCARDA (Smetto quando voglio)
    “A’ VERITÁ” musica di Francesco LICCARDO, Rosario CASTAGNOLA, testi di Francesco LICCARDO, Sarah TARTUFFO, Alessandro GAROFALO interpretata da Franco RICCIARDI (Song’e Napule)
    “DOVE CADONO I FULMINI” musica, testi e interpretazione di Erica MOU (Una piccola impresa meridionale)

    MIGLIORE SCENOGRAFO:
    Giancarlo BASILI (Anni felici)
    Stefania CELLA (La grande bellezza)
    Marco DENTICI (Salvo)
    Marta MAFFUCCI (Allacciate le cinture)
    Mauro RADAELLI (Il capitale umano)

    MIGLIORE COSTUMISTA:
    Maria Rita BARBERA (Anni felici)
    Daniela CIANCIO (La grande bellezza)
    Alessandro LA (Allacciate le cinture)
    Bettina PONTIGGIA (Il capitale umano)
    Cristiana RICCERI (La mafia uccide solo d’estate)

    MIGLIORE TRUCCATORE:
    Dalia COLLI (La mafia uccide solo d’estate)
    Paola GATTABRUSI (Anni felici)
    Caroline PHILIPPONNAT (Il capitale umano)
    Maurizio SILVI (La grande bellezza)
    Ermanno SPERA (Allacciate le cinture)

    MIGLIORE ACCONCIATORE:
    Francesca DE SIMONE (Allacciate le cinture)
    Stéphane DESMAREZ (Il capitale umano)
    Massimo GATTABRUSI (Anni felici)
    Sharim SABATINI (La sedia della felicità)
    Aldo SIGNORETTI (La grande bellezza)

    MIGLIORE MONTATORE:
    Giogiò FRANCHINI (Miele)
    Patrizio MARONE (Allacciate le cinture)
    Cristiano TRAVAGLIOLI (La grande bellezza)
    Gianni VEZZOSI (Smetto quando voglio)
    Cecilia ZANUSO (Il capitale umano)

    MIGLIOR FONICO DI PRESA DIRETTA:
    Maurizio ARGENTIERI (Anni felici)
    Angelo BONANNI (Smetto quando voglio)
    Emanuele CECERE (La grande bellezza)
    Roberto MOZZARELLI (Il capitale umano)
    Marco GRILLO, Mirco PANTALLA (Allacciate le cinture)
    Emanuele Cecere era in cinquina anche per il film Miele, ma da regolamento è entrato solo con il film più votato.

    MIGLIORI EFFETTI DIGITALI:
    EDI Effetti Digitali Italiani Il capitale umano
    Rodolfo MIGLIARI e Luca DELLA GROTTA per CHROMATICA La grande bellezza
    Paola TRISOGLIO e Stefano MARINONI per VISUALOGIE La mafia uccide solo d’estate
    Rodolfo MIGLIARI per CHROMATICA Smetto quando voglio
    PALANTIR DIGITAL Song’e Napule

    MIGLIOR FILM DELL’UNIONE EUROPEA:
    IDA di Pawel PAWLIKOWSKI
    LA VITA DI ADELE di Abdellatif KECHICHE
    PHILOMENA di Stephen FREARS
    STILL LIFE di Uberto PASOLINI
    VENERE IN PELLICCIA di Roman POLANSKI

    MIGLIOR FILM STRANIERO:
    12 ANNI SCHIAVO di Steve McQUEEN
    AMERICAN HUSTLE di David O. RUSSELL
    BLUE JASMINE di Woody ALLEN
    GRAND BUDAPEST HOTEL di Wes ANDERSON
    THE WOLF OF WALL STREET di Martin SCORSESE

    DAVID GIOVANI
    Votato da 6000 giovani delle scuole superiori di tutta Italia

    IL CAPITALE UMANO di Paolo Virzì
    LA GRANDE BELLEZZA di Paolo Sorrentino
    LA MAFIA UCCIDE SOLO D’ESTATE di Pierfrancesco Diliberto
    SOLE A CATINELLE di Gennaro Nunziante
    TUTTA COLPA DI FREUD di Paolo Genovese

    20140512-155432.jpg

    Read more »
  • ,,,

    Lo Schermo è donna a Fiano Romano

    Riparte la Rassegna che premia il talento femminile nel cinema: Lo schermo è donna dal 17 al 22 giugno a Fiano Romano, a due passi da Roma, nella suggestiva cornice del Castello Ducale. La Manifestazione, giunta alla sua XVI edizione, è promossa e organizzata dallassociazione culturale Città per l’Uomo con il patrocinio del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, della Regione Lazio, della Provincia di Roma e del Comune di Fiano Romano.

    Molto ricco il Programma che prevede – sempre a ingresso libero, sino a esaurimento posti – sei serate di proiezioni, incontri con i protagonisti del cinema italiano (Alba Rohrwacher, Sabrina Ferilli, Margherita Buy, Francesca Calvelli, Marco Bellocchio, Pamela Villoresi, Carlo Buccirosso, Edoardo Leo, Marco Giallini, Rosabell Laurenti Sellers) e approfondimenti sui film, selezionati tra le recenti uscite del panorama italiano. Come ogni anno inoltre, all’interno della Rassegna, verrà attribuito il Premio “Giuseppe De Santis” riservato alle donne del cinema italiano.

    In apertura, la sera di lunedì 17 giugno alle 21.00, la proiezione dell’ultimo film di Paolo Sorrentino, La grande bellezza, da poco presentato al Festival di Cannes. Ad introdurre il film salirà sul palco lattrice Sabrina Ferilli, che torna a casa per raccontare questa sua ultima esperienza cinematografica. Insieme con lei altri due interpreti del film di Sorrentino, gli attori Pamela Villoresi e Carlo Buccirosso.
    Alla serata inaugurale parteciperà anche il Ministro per i beni e le Attività culturali, Massimo Bray.

    Martedì 18 giugno alle 21.00 sarà la volta del regista Roberto Andò che presenterà il film Viva la libertà, che vede coinvolti nel cast Toni Servillo e Valerio Mastandrea.

    Mercoledì 19 giugno, Margherita Buy, protagonista di Viaggio sola, diretto da Maria Sole Tognazzi, incontrerà il pubblico alle 21.00 prima della proiezione di questo suo ultimo film da protagonista, per raccontare il suo cinema.

    La Rassegna prosegue giovedì 20 giugno con la proiezione alle 21.00 della commedia Buongiorno Papà di Edoardo Leo. Ad accompagnare il film saranno presenti il regista, l’attore Marco Giallini e lattrice emergente, Rosabell Laurenti Sellers che riceverà il Premio Giuseppe De Santis/ Giovani, per essersi rivelata come nuova speranza del cinema italiano.

    Venerdì 21 giugno alle 21.00 una serata speciale dedicata a Mariangela Melato, recentemente scomparsa.
    Verrà proiettato il film Aiutami a sognare di Pupi Avati, e sarà presentato dal regista insieme con la sorella, Anna Melato, fondatrice di un’associazione per tenere viva la memoria dell’attrice.

    Il Festival chiude in bellezza, sabato 22 giugno, con una doppia premiazione: ad Alba Rohrwacher sarà consegnato il Premio Giuseppe De Santis che premia il talento femminile nel cinema e a Francesca Calvelli il Premio Giuseppe De Santis / alla carriera. Entrambe saranno premiate dal regista Marco Bellocchio con il quale hanno recentemente lavorato nel film Bella addormentata, ricoprendo rispettivamente i ruoli di attrice e montatrice del film. Dopo le premiazioni e lincontro con il pubblico, seguirà la proiezione del film.

    Read more »
  • ,

    Festival di Cannes 66: Sorrentino e gli altri

    La Grande Bellezza in concorso se la vedrà con Polanski, Coen, Refn, Soderbergh e James Grey, ma la selezione promette grandi sorprese – come sempre – a partire dai Fuori Concorso e dall’Un Certain Regard, dove spicca il Miele della nostra Valeria Golino

    Erano circolati i nomi di Terrence Malick (Knight of Cups), Stephen Frears (Philomena) e Steve McQueen (Twelve Years a Slave), oltre a Jim Jarmusch (Only Lovers Left Alive), Tsai Ming-liang (Diary of a Young Boy) e altri, ma l’annuncio ufficiale della Selezione del Festival di Cannes 2013 di certo non è di quelle che può deludere.

    Dal 15 al 26 di maggio, al Palazzo del Cinema della Croisette si alterneranno la Venere di Roman Polanski e il duo Refn-Gosling che con Only God Forgives cercherà di bissare il successo di Drive, ma anche il nuovo film di Ethan e Joel Coen e di Alexander Payne, il controverso biopic di Soderbergh, Valeria Bruni Tedeschi, il ritorno della Bejo di The Artist nel nuovo film di Farhadi (regista della sorprendente Una separazione) e James Gray… Tutti avversari – insieme al trio francese, capitanato da Francois Ozon, fino alla vigilia scaramanticamente poco fiducioso sulla sua presenta – del nostro Paolo Sorrentino e del suo La Grande Bellezza con Toni Servillo.

    Per la gioia di Steven Spielberg, Presidente di Giuria, questi saranno i principali contendenti alla 66esima Palma d’Oro in una manifestazione che si aprirà con l’atteso remake del ‘Grande Gatsby’ di Baz Luhrman e con Leonardo DiCaprio, per chiudersi con “Zulu” di Jérôme Salle.

    Johnnie To, Takashi Miike, Sofia Coppola, Valeria Golino (con Miele, una produzione Buena Onda con Rai Cinema, in uscita il 1° maggio in Italia distribuita da Bim), Claire Denis e James Franco sono alcuni dei nomi che si trovano spigolando nel programma, e che vanno ad aggiungersi a quelli di molte star chiamate a giudicare i propri colleghi, Thomas Vinterberg – Presidente del Un Certain Regard e regista di “The Hunt”, tra i più discussi della scorsa edizione – e Jane Campion (Presidente della Cinefondation) su tutti.

    A loro si aggiunge la madrina Audrey Tautou, che ritroveremo nelle cerimonie di apertura e chiusura, di una edizione che già si distingue per uno dei poster più belli di sempre (una foto di Joanne Woodward e  Paul Newman durante le riprese di “Il mio amore per Samantha” del 1963 rielaborata in maniera splendida) e che propone un omaggio a Jerry Lewis e all’India, in occasione del centenario del suo cinema.

    Ecco la lista completa dei film della Selezione Ufficiale:

     

    Concorso

    The Great Gatsby di Baz Luhrman (film di apertura)

     

    Behind The Candelabra di Steven Soderbergh

    Borgman di Alex Van Warmerdam

    Un Chateau en Italie di Valeria Bruni-Tedeschi

    La Grande Bellezza di Paolo Sorrentino

    Grisgris di Mahamat-Saleh Haroun

    Heli di Amat Escalante

    The Immigrant di James Gray

    Inside Llewyn Davis di Ethan e Joel Coen

    Jeune et Jolie di François Ozon

    Jimmy P. di Arnaud Desplechin

    Michael Kohlhaas di Arnaud Despallieres

    Nebraska di Alexander Payne

    Only God Forgives di Nicolas Winding Refn

    Le Passe di Asghar Farhadi

    Soshite Chichi Ni Naru di Kore-Eda Hirokazu

    Tian Zhu Ding di Jia Zhangke

    La Venus a la Fourrure di Roman Polanski

    La Vie d’Adele di Abdellatif Kechiche

    Wara No Tate di Takashi Miike

     

    Zulu di Jérôme Salle (film di chiusura)

     

    Fuori Concorso

    All Is Lost di J.C Chandor

    Blood Ties di Guillaume Canet

     

    Midnight Screening

    Blind Detective di Johnnie To

    Monsoon Shootout di Amit Kumar

     

    Un Certain Regard

    The Bling Ring, di Sofia Coppola (film di apertura)

    Anonymous di Mohammad Rasoulof

    As I Lay Dying di James Franco

    Bends di Flora Lau

    Death March di Adolfo Alix Jr.

    Fruitvale Station di Ryan Coogler

    Grand Central di Rebecca Zlotowski

    L’image Manquante di Rithy Panh

    L’inconnu du Lac di Alain Guiraudie

    La Jaula de Oro di Diego Quemada-Diez

    Miele di Valeria Golino

    Norte, Hangganan Ng Kasaysayan di Lav Diaz

    Omar di Hany Abu-Assad

    Les Salauds di Claire Denis

    Sarah Préfère la Course di Chloé Robichaud

     

    Proiezioni Speciali:

    Muhammad Ali’s Greatest Fight di Stephen Frears
    Otdat Konci di Taisia Igumentseva
    Seduced and Abondoned di James Toback
    Stop the Pounding Heart di Roberto Minervini
    Weekend of a Champion di Roman Polanski

     

    Omaggio a Jerry Lewis

    Max Rose di Daniel Noah

     

    Proiezione di Gala In Onore Dell’india

    Bombay Talkies di Anurag Kashyap, Dibakar Banerjee, Zoya Akhtar, Karan Johar

     

    Read more »
  • ,

    La grande bellezza

    lagrandebellezzalocandina

    LA GRANDE BELLEZZA
    GENERE: Drammatico
    ANNO: 2013
    USCITA: 21/05/2013
    DURATA: 150′
    NAZIONALITA‘: Italia
    REGIA
    : Paolo Sorrentino
    CAST: Toni Servillo, Carlo Verdone, Sabrina Ferilli, Carlo Buccirosso, Iaia Forte, Pamela Villoresi, Galatea Ranzi, Anna Della Rosa, Giovanna Vignola, Roberto Herlitzka, Massimo De Francovich, Giusi Merli, Giorgio Pasotti, Massimo Popolizio, Isabella Ferrari, Franco Graziosi, Sonia Gessner, Luca Marinelli
    DISTRIBUZIONE: Medusa Film
    TRAMA: Dame dell’alta società, parvenu, politici, criminali d’alto bordo, giornalisti, attori, nobili decaduti, alti prelati, artisti e intellettuali veri o presunti tessono trame di rapporti inconsistenti, fagocitati in una babilonia disperata che si agita nei palazzi antichi, le ville sterminate, le terrazze più belle della città. Ci sono dentro tutti. E non ci fanno una bella figura. Jep Gambardella, 65 anni, scrittore e giornalista, dolente e disincantato, gli occhi perennemente annacquati di gin tonic, assiste a questa sfilata di un’umanità vacua e disfatta, potente e deprimente. Tutta la fatica della vita, travestita da capzioso, distratto divertimento. Un’atonia morale da far venire le vertigini. E lì dietro, Roma, in estate. Bellissima e indifferente. Come una diva morta.

    ————————————————-
    In concorso al Festival di Cannes 2013

    LE FOTO

    TRAILER

    Read more »
Back to Top