LOGO
  • ,,,

    Her: Anche questo è amore…

    Spike Jonze torna dietro la macchina da presa con una stravolgente e stravagante storia d’amore. Altra prova suprema per Phoenix.

    4stelle

    In un futuro non molto lontano, un uomo, Theodore, appena uscito da una lunga e dolorosa relazione sentimentale, s’innamora del suo sistema operativo, Samantha, un avanzatissimo Siri – per intenderci – in grado di evolvere giorno dopo giorno, grazie agli input e allo scambio di idee e informazioni con il suo “proprietario”.
    Del tutto impossibile?
    La realtà raccontata da Spike Jonze nella sua ultima incredibile pellicola, Her, incute timore e sconvolge le coscienze. Questo non tanto perché un uomo s’innamora di una macchina (la famigerata A.I., intelligenza artificiale), ma perché tratta di una realtà così incredibilmente vicina (prossima?), da far tremare sulla poltrona.
    Intenso e profondo Jonze scava nel cuore del suo protagonista, un Joaquin Phoenix in grandissima forma, portandone alla luce le debolezze, i punti di forza, i sogni e i dubbi ancora irrisolti.
    Ad entrare nella sua coscienza una voce, una donna, che riesce a regalargli la più intensa storia d’amore della sua vita.
    Jonze – che ha curato personalmente anche la sceneggiatura – avvolge il suo protagonista in una realtà confortevole, colorata, una dimensione futura nella quale vivere diventa facile e affascinante.
    Protagonista assoluto il sopracitato Phoenix, che non lascia nulla al caso, curando sotto ogni punto di vista un’interpretazione da Oscar: solo in scena per la maggior parte del tempo, l’attore di “Quando l’amore brucia l’anima” riesce a reggere i 120 minuti di film senza cedere mai, senza mai risultare pesante, noioso, ripetitivo. Il suo Theodore è più che mai vero.
    Pur non apparendo mai, Scarlett Johansson regala alla storia una componente fondamentale: la sua voce è sensuale, divertente, piena di vita. La sua presenza è costante, si sente e si percepisce.
    Jonze tocca nel profondo, emoziona e svuota gli animi: “Her” è assolutamente e a pieno titolo una storia d’amore vera e propria.
    Non mancano la gelosia, il sesso, la comprensione, le confidenze, le risate improvvise.
    Theodore non può far a meno di Samantha. E’ con lui quando si addormenta ed è con lui la mattina appena apre gli occhi.
    Anche se gli spunti di riflessione possono essere numerosi, a noi non resta che viverci questo intenso incontro di anime.

    Read more »
Back to Top