LOGO
  • ,,

    Nicolas Winding Refn scrive e dirige una nuova serie per Amazon

    Si intitolerà Too Old To Die Young e sarà la serie che il regista Nicolas Winding Refn scriverà e dirigerà per Amazon. Dopo i successi di Drive e The Neon Demon, il regista danese racconterà il sottobosco criminale di Los Angeles concentrandosi su un piccolo gruppo di malviventi danesi coinvolti in un traffico di droga.
    Stando alle primissime dichiarazioni del regista, la serie, scritta a quattro mani con il fumettista Ed Brubaker, si ispirerà alla trilogia Pusher dello stesso Refn, uscita tra il 1996 e il 2005, e vuole essere “un viaggio esistenziale dall’essere killer al diventare una sorta di protettore della Città degli Angeli“.
    Al momento non si conoscono i nomi degli attori che comporranno il cast e, molto probabilmente, saranno svelati nei prossimi giorni. Amazon, che da relativamente poco è diventata molto attiva nell’offrire un servizio di streaming su abbonamento con Prime Video, in Italia da dicembre scorso, ha ordinato dieci episodi della serie senza chiedere un episodio pilota, come ha fatto con David O. Russell, certa di poter contare su un nome quale quello di Refn.

    Read more »
  • ,,

    Juliane Moore e Robert De Niro, una serie all-star per Amazon

    Due star di prim’ordine e un regista d’eccezione. Niente male per il nuovo progetto televisivo di Amazon, una serie che non ha ancora un titolo ma ha già ben tre nomi. Quelli di Robert De Niro, di Julianne Moore e del regista del Lato Positivo e di American Hustle David O. Russell. Il telefilm, sviluppato dalla Weinstein Company, è stato acquistato lo scorso agosto dal colosso delle vendite on-line che ha messo sul piatto – secondo le indiscrezioni raccolte dal sito americano Deadline – ben 160 milioni di dollari per due stagioni da otto episodi ciascuna. È lecito pensare che una fetta consistente del budget possa finire nelle tasche degli attori con il solo De Niro che dovrebbe vedersi staccato un assegno di circa 850mila dollari a puntata.

    David O. Russell scriverà e dirigerà tutti gli episodi e per lui si tratterà di un nuovo tentativo di sbarcare sul piccolo schermo dopo che l’anno scorso si era sfilato all’ultimo minuto da un progetto di serie realizzato per il canale Abc. Nella cinquantennale carriera di De Niro ecco dunque un nuovo esordio. Mai infatti l’attore di Toro Scatenato e C’era una volta in America aveva recitato in un prodotto seriale se si esclude il progetto “The Godfather: a novel for television”, un rimontaggio dei primi due film del Padrino che era stato trasmesso in tv negli anni 70. Diverso il discorso per Julianne Moore che prima della celebrità raggiunta con Il Grande Lebowski aveva iniziato nella soap Così gira il mondo ed era apparsa più recentemente nella sit-com 30 Rock.

    Robert De Niro e Julianne Moore sono le ultime stelle di Hollywood a scommettere sul piccolo schermo. Un trend in netta crescita negli ultimi anni che ha visto iscriversi al ruolino attori sulla cresta dell’onda come Matthew McConaughey (True Detective) e qualche star in attesa di rilancio come Halle Berry (Extant) e che nei prossimi mesi conterà anche su grossi nomi come Daniel Craig (interpreterà la serie Purity per Showtime), Amy Adams (Sharp Objects per Hbo) e l’accoppiata Jonah Hill-Emma Stone che porterà su Netflix la commedia Maniac.

    Read more »
Back to Top