LOGO
  • ,,

    Intervista a Le Coliche, Premio Comunicazione all’Olbia Film Network

    Il duo comico romano dei fratelli Claudio e Fabrizio Colica insieme al regista Giacomo Spaconi, ritira all’Olbia Film Network il Premio Comunicazione. Diventati un fenomeno di successo sul web con le parodie delle mode del momento e decretando con il loro “The giornalai” la morte dell’indie, Le Coliche si preparano ora al salto verso altri orizzonti. Senza smettere di prendere di mira i tormentoni musicali dell’estate, come nel loro ultimo “A Ostia vacce te”, rivisitazione satirica di “Ostia Lido” di J-AX.

     

    Read more »
  • ,

    Figari Film Fest: Al via il concorso dedicato ai corti

    L’Olbia Film Network saluta la nona edizione del Figari Film Fest. Da ieri e fino al 23 giugno la rassegna che nei giorni scorsi ha accolto nella cittadina sarda Alessandro Borghi (Sulla mia pelle), Bonifacio Angius (Ovunque proteggimi) e Laura Luchetti (Fiore gemello), ha dato il via alla sua seconda tappa, quella che prevede la proiezione di 40 cortometraggi e l’avvio delle giornate professionali con la presenze di numerosissimi produttori e buyers da tutta Europa – fra cui Rai Cinema, Sky Serie, Lucky Red, Vivo Film, Kimera, France Tv, RTVE e tanti tanti altri – durante le quali verranno presentati cortometraggi in cerca di distributori e opere prime o seconde di fiction, animazione e documentari in cerca di produzioni.
    Nella giuria di qualità Lucia Ocone, Paola Minaccioni e Alessia Barela; il Premio Bracco al miglior giovane attore dell’anno invece, andrà ad Andrea Carpenzano e Linda Caridi, reduci rispettivamente dai successi de Il campione di Leonardo D’Agostini e Ricordi? di Valerio Mieli, mentre il Premio Comunicazione 2019 andrà al duo comico di youtuber Le Coliche (Claudio e Fabrizio Colica) insieme al loro regista e videomaker Giacomo Spaconi.
    Riconfermato per il secondo anno il Premio speciale Rai Cinema Channel al miglior film in concorso.

    Ieri primo assaggio di corti. Si va dal postapocalittico Nuclear Shadows di Marek Leszczewski ad un’amara riflessione sul dramma contemporaneo dell’emigrazione con Yasmina di Ali Esmili e Baradar di Beppe Tufarulo; viene dal reale anche Peccatrice di Karolina Porcari, storia di una ragazzina ribelle, metafora della rivoluzione ad alcuni imperativi sociali e alla discriminazione di genere.

    FFF OFFICIAL TRAILER 2019

    Figari Film Fest – OFFICIAL TRAILER 2019All the official selection's movies collected in a fantastic video trailerEditing Giorgia SpanoMusic Michele Nieddu

    Pubblicato da FIGARI FILM FEST su Lunedì 27 maggio 2019

    Read more »
  • ,,

    Olbia Film Network, Alessandro Borghi: “Il mio posto è in mezzo alle persone”

    Il potere del cinema e della condivisione: così l’attore romano ha salutato il pubblico dell’Olbia Film Network dove ha presentato Sulla mia pelle. “Una delle magie del cinema è poter riportare in vita una persona per un’ora e quaranta, e l’empatia che crea nel pubblico. Sono sicuro che dopo aver visto il film non potrete non pensare a Stefano Cucchi come ad un vostro figlio, o fratello o amico“, ha dichiarato.
    Il festival, a cui Alessandro Borghi è legato da una lunga amicizia, andrà avanti fino al 23 giugno.

    Read more »
  • Venezia 76., A Pedro Almodovar Leone d’Oro alla carriera

    Va a Pedro Almodóvar il Leone d’Oro alla carriera per un regista della 76. Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica (28 agosto – 7 settembre 2019).
    “Sono molto emozionato e onorato per il regalo di questo Leone d’Oro. Ho bellissimi ricordi della Mostra di Venezia. Il mio debutto internazionale ha avuto luogo lì nel 1983 con L’indiscreto fascino del peccato. Era la prima volta che uno dei miei film viaggiava fuori dalla Spagna. – ha commentato il regista spagnolo – È stato il mio battesimo internazionale ed è stata una meravigliosa esperienza, come lo è stata il mio ritorno con Donne sull’orlo di una crisi di nervi nel 1988. Questo Leone diventerà la mia mascotte, insieme ai due gatti con cui vivo. Grazie dal profondo del cuore per questo premio”.
    “Almodóvar non è solo il più grande e influente regista spagnolo dopo Buñuel, ma l’autore che è stato capace di offrire della Spagna post-franchista il ritratto più articolato, controverso e provocatorio. – ha fatto sapere Alberto Barbera, direttore del festival – I temi della trasgressione, del desiderio e dell’identità sono il terreno d’elezione dei suoi lavori, intrisi di corrosivo umorismo e ammantati di uno splendore visivo che conferisce inediti bagliori all’estetica camp e della pop-art a cui si rifà esplicitamente. Il mal d’amore, lo struggimento dell’abbandono, l’incoerenza del desiderio e le lacerazioni della depressione, confluiscono in film a cavallo fra il melodramma e la sua parodia, attingendo a vertici di autenticità emotiva che ne riscattano gli eventuali eccessi formali. Senza dimenticare che Almodóvar eccelle soprattutto nel dipingere ritratti femminili incredibilmente originali, in virtù della rara empatia che gli consente di rappresentarne la forza, la ricchezza emotiva e le inevitabili debolezze con un’autenticità rara e toccante”.

    Read more »
  • ,

    Olbia Film Network 2019 ai nastri di partenza

    Arriva dal 14 al 23 giugno la terza edizione dell’Olbia Film Network, l’evento di cinema che porta in Sardegna produttori, distributori, registi, attori, buyers televisivi e istituti di cultura da tutto il mondo e che contiene il Figari Film Fest, festival internazionale di cortometraggi nato nel 2011. La manifestazione sostiene e dà visibilità al cinema indipendente, ai nuovi progetti, ai giovani esordi cinematografici locali, nazionali ed internazionali, grazie al costante lavoro del direttore artistico Matteo Pianezzi, e di tutto il giovane staff che produce un festival con proiezioni gratuite aperte al pubblico ed incontri professionali.

    Unico nel suo genere il festival, oltre a valorizzare la cinematografia internazionale, mira allo sviluppo dell’attività filmica dell’isola e alla valorizzazione della Sardegna sotto ogni suo profilo: ambientale, storico, culturale e di costume, con le piazze, i piccoli borghi e le splendide spiagge, che fanno da cornice all’evento.
    Il cinema è veicolo promozionale per la nostra terra – commenta Pianezzi – L’arte cinematografica non si ferma alla realizzazione filmica, ma è volano di sviluppo turistico ed occupazionale. Sono innumerevoli i casi virtuosi di incremento del turismo dettato dalla valorizzazione del territorio attraverso il cinema o la serialità televisiva. Nel nostro programma è prevista un’intera giornata, organizzata in collaborazione con l’Ufficio produzione della Fondazione Sardegna Film Commission, dedicata alla scoperta dei nostri luoghi attraverso un location scouting intensivo che coinvolgerà tutti i registi e produttori ospiti, teso a convogliare i progetti in sviluppo o di prossima realizzazione  sul territorio. Ci aspettiamo una grande edizione e siamo convinti che tutta la città parteciperà attivamente”.
    Entusiasmo anche da parte dell’assessore del Comune di Olbia Sabrina Serra: “Sosteniamo con convinzione le iniziative collegate all’industria cinematografica. Oltre ad aver ospitato le recenti produzioni nazionali e internazionali, anche quest’anno abbiamo voluto l’Olbia Film network, occasione di incontro per gli operatori del settore e rassegna di eventi cinematografici aperta a tutti. È una iniziativa giovane ma in forte crescita che completa le politiche comunali tese allo sviluppo nella nostra città con tutte le sue ricadute in termini economici e culturali“.

    Ad inaugurare la rassegna la sera del 14 giugno è l’opera seconda di un giovane regista sardo Bonifacio Angius, che incontrerà alle 21,00 il pubblico e presenterà insieme al suo cast il film “Ovunque proteggimi”, pellicola già presentata a Torino dove ha ottenuto ottimi consensi. Sarà poi la volta dell’ospite d’onore di questa edizione, Alessandro Borghi, al quale verrà dedicata la serata del 15 giugno durante la quale incontrerà il pubblico e riceverà un premio speciale. Per l’occasione verrà proiettato il film di Alessio Cremonini “Sulla mia pelle”, racconto delle ultime ore di vita di Stefano Cucchi che si è aggiudicato tra gli altri il David di Donatello per il miglior regista esordiente.
    Protagonisti della serata del 16 giugno saranno invece i fratelli Augusto e Toni Fornari insieme a Matilde Gioli con la proiezione dell’opera prima “La casa di famiglia”, mentre Laura Lucchetti e il cast di “Fiore gemello”, opera seconda della regista interamente girato sull’isola,  incontreranno il pubblico la sera del 17 giugno.

    Dal 18 giugno via invece alla nona edizione del Figari Film Fest con i primi cortometraggi in gara proiettati alle 21,00 all’Aeroporto Costa Smeralda, proiezioni che proseguiranno in Piazza Dante ad Olbia tutte le sere alla stessa ora fino al 23 di giugno. Novità del Figari di quest’anno è una sezione interamente dedicata al cinema a tematica femminile che va ad affiancarsi alle sezioni classiche del festival Internazionale, Nazionale, Regionale e Animazione.

    Anche la giuria di qualità avrà una grossa componente femminile a partire dalla regista iraniana membro dell’Oscar Academy Farnoosh Samadi e le attrici Lucia Ocone, Paola Minaccioni e Alessia Barela. Come ogni anno il Figari assegnerà dei premi speciali quali Il Premio Bracco al miglior giovane attore dell’anno che verrà ritirato da Andrea Carpenzano e Linda Caridi, reduci  rispettivamente dai successi de “Il campione” di  Leonardo D’Agostini al fianco di Stefano Accorsi e di “Ricordi?” di Valerio Mieli al fianco di Luca Marinelli, mentre il Premio Comunicazione 2019 andrà al duo comico di youtuber Le Coliche (Claudio e Fabrizio Colica) insieme al loro regista e videomaker Giacomo Spaconi.

    Riconfermato per il secondo anno consecutivo il Premio speciale Rai Cinema Channel che verrà consegnato al miglior film in concorso. Grande attesa anche per il Network e le giornate professionali che vedranno le presenze di  numerosissimi produttori e buyers da tutta Europa, fra cui proprio Rai Cinema, Sky Serie, Lucky Red, Vivo Film, Kimera, France Tv, RTVE e tanti tanti altri, durante le quali verranno presentati cortometraggi in cerca di distribuitori e opere prime o seconde di fiction, animazione e documentari in cerca di produzioni.
    Il Festival prevede anche un ricco programma di eventi notturni, After Fest, tra cui spiccano i concerti di Cinema e Musica come quello degli Audio Magazine, e la serata di Cinema e Parole che avrà come ospite Fabio Celenza noto per i suoi doppiaggi che spopolano su You Tube. Atteso anche Lorenzo De Angelis attore e doppiatore impegnato nel suo nuovo progetto musicale EL.DI.EI.

    Read more »
  • Sardinia Film Festival: Al via la XIV edizione

    Presentato il programma della XIV edizione del Sardinia Film Festival, il premio internazionale organizzato dal Cineclub Sassari dedicato al cortometraggio, divenuto uno degli appuntamenti più attesi nell’isola per il cinema indipendente.
    Quindici giorni di appuntamenti in quattro diverse località del nord della Sardegna, centoventi proiezioni in lingua originale, diciotto prime europee e tante altre nazionali, oltre duemila opere totali pervenute al concorso. E ancora ospiti d’eccezione, concerti, incontri e masterclass.
    Quest’anno si registra un forte incremento di opere dall’ampia tematica sociale che arrivano soprattutto da paesi in via di sviluppo”, ha affermato il direttore artistico Carlo Dessì. “Provengono dalle zone del nord-Africa, dal Medioriente, dal Sudamerica e dall’Asia, e non a caso presentano spesso una particolare attenzione alla condizione della donna, ai diritti umani e al lavoro”. Moltissimi anche gli eventi collaterali, gli incontri e le masterclass dedicati a questi temi. “Ci siamo organizzati per offrire al nostro pubblico una visione privilegiata di punti di vista diversi e restare collegati alla cose del mondo”, ha aggiunto il Presidente Angelo Tantaro.
    “Questa è anche la prima edizione senza Nando Scanu, decano e socio fondatore del Cineclub”, ha proseguito Dessì. “Cercheremo di rendere onore alla grande eredità che ci ha lasciato”.

    Il Sardinia Film Festival sarà anticipato da un’anteprima di due giorni, il 14 e 15 giugno, presso l’Accademia Mario Sironi di Sassari, dove saranno proiettati i corti della sezione Experimental e Videoart. Si riparte con una seconda anteprima il 24, 25 e 26 giugno a Palazzo di Città, che accoglie i segmenti Vetrina Italia e Vetrina Sardegna e numerosi eventi collaterali. Tra questi la tavola rotonda “Focus Donna”, che si terrà il 24 giugno, in collaborazione con l’associazione noi Donne 2005, e la masterclass di sceneggiatura che si svolgerà il 25 giugno, a cura di Filippo Kalomenidis.
    Tra i lungometraggi presentati al Sardinia Film Festival, il 25 giugno appuntamento con l’anteprima nazionale del film Restiamo Amici di Antonello Grimaldi, tratto dal romanzo di Bruno Burbi “Si può essere amici per sempre”, e interpretato da Michele Riondino, Alessandro Roja e Violante Placido.

    Sempre il 25 giugno verrà presentato il film L’ultimo pizzaiolo, del giornalista Sergio Naitza, un lavoro che focalizza l’attenzione sulla chiusura delle sale cinematografiche in Sardegna.
    Il 26 giugno verrà presentato, per la prima volta nella sua edizione restaurata dopo un impegnativo lavoro di recupero, la pellicola Altura di Mario Sequi, il primo film sardo girato nel dopoguerra (1949). L’opera, che ha avuto come protagonisti Massimo Girotti, Eleonora Rossi Drago e Roldano Lupi, con le musiche di Ennio Porrino, è stata recuperata dal circolo Gremio dei Sardi a Roma, grazie a una ricerca di Franca Farina del Centro Sperimentale di Cinematografia Cineteca Nazionale, che lo ha scovato nella collezione di un privato.
    La partenza ufficiale del Sardinia Film Festival sarà il 28 giugno a Villanova Monteleone con tre giornate di appuntamenti nella suggestiva località turistica, per il Premio al Miglior documentario italiano. In anteprima assoluta verrà presentato il documentario Radici di Luigi Monardo Faccini, nato da un’idea di Marina Piperno. Dal 1 luglio a fare da cornice del Sardinia Film Festival per due giornate sarà la meravigliosa cittadina sul Temo, con il V Bosa Animation Award, dedicato ai corti d’animazione provenienti da tutto il mondo.All’interno del Bosa Animation Award, si terrà il “Laboratorio di lettura e scrittura del fumetto – per bambini e ragazzi” a cura del Centro Internazionale del Fumetto diretto da Bepi Vigna.
    Tra i protagonisti del 2 luglio ci sarà anche Luca Raffaelli, che presenterà al pubblico il suo libro “Le anime disegnate”. La tappa finale della manifestazione, dal 3 al 7 luglio si terrà nell’incantevole centro storico di Alghero.
    Attesissimo il focus Sardinia Animation Net, uno spazio dedicato alla formazione e all’approfondimento sul cinema d’animazione, che favorirà l’incontro tra filmaker, animatori e produttori. Sarà ancora un appuntamento imperdibile per gli appassionati, l’unico nell’isola a dedicare al tema ben due giornate di proiezioni più due di formazione con protagonisti di fama internazionale. Ad aprire la masterclass sarà ancora una volta il giornalista e scrittore Luca Raffaelli con il suo workshop “Breve storia del cinema d’animazione”. Seguirà il panel “Il cinema d’animazione dall’idea alla distribuzione”, tenuto da Cristian Jezdic, vicepresidente di Cartoon Italia, Pedro Citaristi, sales manager della Superights e Lucia Geraldine Scott di Red Monk Studio, che affronteranno il tema dell’industry.  Una seconda masterclass sul “Mondo della produzione in Italia” sarà a cura di Giannandrea Pecorelli, dirigente televisivo e produttore cinematografico con all’attivo titoli come Don Matteo, Un medico in famiglia e il film di esordio di Fausto Brizzi Notte prima degli esami.

    Read more »
  • ,

    Olbia Film Network 2019: A Cannes presentata la nuova edizione

    Presentata al Festival di Cannes l’edizione 2019 dell’ Olbia Film Network.
    All’Italian Pavilion dell’ Hotel La Barrier Majestic, il direttore artistico Matteo Pianezzi, accompagnato dal direttore commerciale Mauro Addis e dalla festival manager Francesca Vargiu, ha svelato i film dell’Official Competition della sezione corti del Figari Film Fest e qualche anticipazione del programma della manifestazione che si terrà nel capoluogo gallurese dal 14 al 23 di giugno 2019.
    “Sosteniamo con convinzione le iniziative collegate all’industria cinematografica. – ha dichiarato l’assessore del Comune di Olbia Sabrina SerraOltre ad aver ospitato le recenti produzioni nazionali e internazionali, anche quest’anno abbiamo voluto l’Olbia Film network, occasione di incontro per gli operatori del settore e rassegna di eventi cinematografici aperta a tutti. È una iniziativa giovane ma in forte crescita che completa le politiche comunali tese allo sviluppo nella nostra città con tutte le sue ricadute in termini economici e culturali”
    Guest star Alessandro Borghi: l’attore protagonista di Suburra, Il Primo Re e della serie tv Sky I Diavoli al fianco di Patrick Dempsey, riceverà infatti un premio speciale in occasione di una serata a lui dedicata durante la quale incontrerà il pubblico e presenterà il film Sulla mia pelle, racconto delle ultime ore di vita di Stefano Cucchi per cui ha ricevuto il David di Donatello 2019 come miglior attore protagonista.
    Il Premio Beatrice Bracco ai migliori giovani attori 2019 invece, andrà ad Andrea Carpenzano e Linda Caridi reduci  rispettivamente dai successi de Il campione di  Leonardo D’Agostini e di Ricordi? di Valerio Mieli.
    Una serata verrà dedicata alla Sardegna con la presentazione del film Fiore Gemello, opera seconda della regista Laura Luchetti, interamente girato sull’isola, presentato durante la Festa del Cinema di Roma e vincitore del Premio FIPRESCI al Festival di Toronto.
    Al fianco delle sezioni classiche del festival nella Official Competition quest’anno spazio anche a una sezione interamente dedicata al cinema al femminile, componente importante della  giuria di qualità: annunciati i nomi di della regista iraniana membro dell’Oscar Academy Farnoosh Samadi e delle attrici Lucia OconePaola Minaccioni Alessia Barela.
    Ufficializzata inoltre la presenza di Rai Cinema Channel come partner ufficiale dell’evento per il secondo anno consecutivo e confermato il premio speciale che verrà consegnato al miglior film in concorso.
    Grande attesa anche per il network e le giornate professionali che vedranno le presenze di  numerosissimi produttori e buyers da tutta Europa, fra cui proprio Rai Cinema, Sky Serie, Lucky Red, Vivo Film, Kimera, France Tv, RTVE e tanti tanti altri.
    La manifestazione è sostenuta dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali, dalla Regione Autonoma della Sardegna, dalla Fondazione Sardegna Film Commission e dal Comune di Olbia.
     

     

    Read more »
  • ,

    Castiglione Cinema 2019: pronti alla seconda edizione

    Presentata la seconda edizione di Castiglione Cinema 2019 – RdC Incontra, il festival organizzato da Fondazione Ente dello Spettacolo che si svolgerà a Castiglione del Lago dal 29 maggio al 2 giugno 2019 nelle piazze, nelle scuole e nei cinema della cittadina umbra.
    La prima edizione di Castiglione Cinema era una scommessa” – spiega Mons. Davide Milani Presidente di Fondazione Ente dello Spettacolo. “Volevamo festeggiar i 90 anni della Rivista del Cinematografo e farlo in un luogo straordinario per bellezza e umanità. Nessuno allora poteva immaginare il successo che poi si è realizzato. La qualità della proposta, il tenore degli ospiti, il coinvolgimento degli abitanti, degli operatori economici e delle istituzioni locali hanno ripagato di ogni sforzo superando le nostre stesse aspettative. Abbiamo deciso perciò di riprovarci, di trasformare quella scommessa in certezza, aumentando la qualità della proposta. Ribadendo l’unicità della manifestazione e il suo motivo guida: l’incontro. Vogliamo realizzare un momento di festa del cinema a partire da una proposta culturale, nel segno del dialogo, del prendersi cura delle donne e degli uomini che lavorano con questa arte e che ne sono appassionati. Vogliamo accogliere tutti come persone, non come celebrità: riteniamo questa parte della missione che la Chiesa italiana ci assegna”.

    Numerose le iniziative che animeranno Castiglione nei cinque giorni di festival a partire dagli incontri in piazza denominati “Immagini e Parole” che rispondono appieno allo spirito della manifestazione: una proposta di incontro e apertura al dialogo fra posizioni e punti di vista diversi attraverso lo sguardo del cinema capace di raccontare in maniera vivida l’attualità, la storia collettiva e la storia individuale. Fanno parte di questo ciclo di incontri “Manuale di viaggio per giovani Imam in occidente” con la partecipazione del regista Fariborz Kamkari, e Don Giuliano Savina, direttore ufficio dell’ecumenismo e del dialogo interreligioso della CEI che indaga se lo stile di vita occidentale e le tradizioni mediorientali sono oggi così inconciliabili; o ad esempio il dibattito “Con il mio lavoro: la professionalità femminile verso la piena parità” che affronterà il tema della parità di genere da un punto di vista strettamente professionale attraverso il contributo dell’attrice Isabella Ragonese, delle giornaliste Paola Casella, Marina Sanna, Tiziana Ferrario.

    Non mancheranno poi le rassegne cinematografiche gratuite in piazza. Fondazione Ente dello Spettacolo ha chiesto ad attorie e registi di portare in sala un film al quale sono molto legati: il proprio film del cuore. Ci sarà quindi, Fariborz Kamkari con Acqua e Zucchero: Carlo di Palma, i colori della vita, Francesco Patierno con Camorra, Walter Veltroni con C’è Tempo, Vinicio Marchioni con 20 Sigarette, Luca Argentero con Copperman, Pupi Avati con Il Fulgore di Dony, Isabella Ragonese con Sole Cuore Amore. Spazio anche alle proiezioni dedicate ai più piccoli che fanno parte del programma di iniziative rivolte alle scuole primarie con visioni guidate di film introdotte da critici ed educatori: da Bene ma non Benissimo di Francesco Mandelli a Bangla di Phaim Bhuiyan.

    Proporre un cinema di qualità senza però fornire gli strumenti per comprenderne la ricchezza sarebbe inutile, per questo Fondazione Ente dello Spettacolo ha voluto dedicare all’interno del festival alcuni momenti dedicati alla formazione: uno riconosciuto dal MIUR, dal titolo “Usare il cinema nella didattica” con la direzione scientifica del professore Pier Cesare Rivoltella dell’Università Cattolica di Milano e direttore del CREMIT dell’Università Cattolica del Sacro Cuore, che approfondisce l’utilizzo del cinema ai fini della didattica; un altro rivolto a docenti e studenti delle scuole secondarie che attraverso laboratori pratici curati da Sky Cinema e da Med Store acquisiranno competenze sull’uso consapevole dell’audiovisivo.

    Momento centrale della manifestazione sarà il seminario a porte chiuse “Piattaforme e sale cinematografiche: guerra o alleanza? La realtà dei nuovi scenari della distribuzione” che coinvolgerà i protagonisti della filiera, ma anche studiosi, critici, creativi, e pubblicitari per affrontare il cambio di paradigma generato dall’imporsi di nuovi operatori/produttori che distribuiscono i loro film privilegiando le piattaforme di streaming.

    Castiglione Cinema è anche l’occasione per premiare chi attraverso il proprio lavoro di regista e attore si è particolarmente distinto nel mondo cinematografico. Un premio al talento e ai risultati conseguiti nel proprio lavoro. Fondazione Ente dello Spettacolo assegnerà il premio “Castiglione Cinema 2019 – RdC incontra” realizzato da Giovanni Raspini a Vinicio Marchioni, Isabella Ragonese e Pupi Avati. Elena Sofia Ricci consegnerà invece il premio “Pino Passalacqua” realizzato da Stefania Ceramiche, ad Alessio Boni.

     

    Read more »
  • Venezia 76., Alessandra Mastronardi madrina del festival

    Sarà Alessandra Mastronardi la madrina della 76. Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia diretta da Alberto Barbera e organizzata dalla Biennale di Venezia presieduta da Paolo Baratta. All’attrice italiana spetterà il compito di aprire la Mostra nella serata di mercoledì 28 agosto, sul palco della Sala Grande (Palazzo del Cinema al Lido) in occasione della cerimonia di inaugurazione, e di guidare la cerimonia di chiusura il 7 settembre, in occasione della quale saranno annunciati i Leoni e gli altri premi ufficiali della 76. Mostra.

     

    Chi è Alessandra Mastronardi
    Napoletana, classe 1986, cresciuta a Roma, debutta come attrice nel 1997. Partecipa a diversi progetti tv come Il grande Torino diretta da Claudio Bonivento, e film come Il manoscritto di Van Hecken e La bestia nel cuore. Non si ferma mai, ma sarà nel 2006 la serie tv I Cesaroni, in cui interpreta il personaggio di Eva Cudicini, a darle grande popolarità. La Mastronardi rimarrà protagonista dell’amata serie fino al 2011.
    Il 16 gennaio 2007 debutta a teatro nella commedia The Prozac Family, regia di Marco Costa. Il ruolo interpretato nella commedia, rappresentata al Teatro De’ Servi di Roma, è quello di Margherita, spettacolo che riporterà in scena anche negli anni successivi.
    Ad agosto 2007 esce nelle sale cinematografiche Prova a volare, opera prima di Lorenzo Cicconi Massi; nel film, in cui è protagonista con Riccardo Scamarcio, interpreta il ruolo di Gloria.

    Nel 2008 interpreta Roberta, nella miniserie tv Romanzo Criminale di Stefano Sollima, trasposizione televisiva del film omonimo, prodotta per Sky. Una delle serie più amate e vendute nel mondo.
    Nel 2009 accetta la sfida di interpretare una ballerina per il film tv Non smettere di sognare, ruolo per il quale studierà danza per prepararsi.
    Nel 2010, è su Raiuno con il tv movie Sotto il cielo di Roma e al cinema in Ameriqua regia di Marco Bellone e Giovanni Consonni di cui è protagonista insieme a Robert Kennedy Jr III.
    Lo stesso anno, sempre per Raiuno gira Atelier Fontana: Le sorelle della moda, dove interpreta Micol Fontana, la sorella più carismatica.

    Il sodalizio con la Rai prosegue anche nel 2011 con altri due grandi successi La Certosa di Parma per la regia di Cinzia Th Torrini e Titanic, progetto girato in inglese dal cast internazionale diretto da Ciaran Donelly. Il 2011 è un anno speciale, Woody Allen la sceglie tra le protagoniste del suo film To Rome with Love. Questo film le porta una carriera internazionale.
    Lo stesso anno torna al cinema per Giovanni Veronesi, protagonista con Elio Germano di L’ultima ruota del carro, film che ha aperto il Festival del cinema di Roma. La sua carriera prosegue tra progetti per la televisione come Romeo e Giulietta per Canale 5 e le commedie Amici come noi di Enrico Lando, e per il cinema, con Ogni maledetto Natale di Giacomo Ciarrapico, Mattia Torre, Luca Vendruscolo.

    Nel 2015 arriva LIFE di Anton Corbjin, film sulla vita di James Dean in cui interpreta la meravigliosa Anna Maria Pierangeli. Il film viene presentato alla Berlinale 2015, dove riscuote gran successo. Arriva così la proposta di partecipare alla seconda stagione della nota serie di Netflix Master of None diretta, scritta e interpretata dal comico americano Aziz Ansari. La serie americana porterà Alessandra agli Emmy Awards 2017 e successivamente ai Golden Globes e a una candidatura ai Critics Choice Awards 2018.

    Tra i suoi progetti più recenti di grande successo per la televisione, le due stagioni de L’allieva, amata serie di Raiuno, e I Medici 2, una produzione Raiuno e Netflix. È presente poi nel film fantasy Otzi e il mistero del tempo e ne L’agenzia dei bugiardi di Volfango De Biasi.

    Attendiamo di vederla al cinema prossimamente nel road movie americano Us diretto da Stefan Schawrtz e nella terza stagione di I Medici che vedremo in autunno 2019.

    Attualmente è sul set di un nuovo film italiano per il cinema.

    Read more »
Back to Top