LOGO
  • ,

    Venezia 75., Leone d’Oro alla Carriera a Vanessa Redgrave

    A Vanessa Redgrave il Leone d’oro alla carriera della 75. Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica (29 agosto – 8 settembre 2018). Come ogni anno la Biennale assegna due Leoni d’Oro alla carriera: a un regista, e a un attore o un’attrice.

    “Sono sbalordita e straordinariamente felice di sapere che sarò premiata col Leone d’oro alla carriera dalla Mostra di Venezia. La scorsa estate stavo girando proprio a Venezia The Aspern Papers. – ha dichiarato l’attrice britannica – Molti anni fa ho girato La vacanza nelle paludi del Veneto. Il mio personaggio parlava solo in dialetto veneziano. Scommetto di essere l’unica attrice non italiana ad aver recitato un intero ruolo in dialetto veneziano! Grazie infinite cara Mostra!”.

    “Unanimemente considerata tra le migliori interpreti femminili del cinema moderno, la Redgrave è un’attrice sensibile e capace di infinite sfumature, interprete ideale di personaggi complessi e non di rado controversi. – ha fatto sapere Alberto Barbera, direttore della Mostra – Dotata di naturale eleganza, innata forza di seduzione e di uno straordinario talento, è potuta passare con disinvoltura dal cinema d’autore europeo alle fastose produzioni hollywoodiane, dalle tavole del palcoscenico alle produzioni televisive, offrendo ogni volta risultati di assoluta eccellenza. Le sue apparizioni, distribuite in sessant’anni di attività, emanano autorevolezza e piena padronanza dei ruoli, generosità senza limiti ed estrema raffinatezza, qualità non disgiunte da una buona dose di audacia e combattività che costituiscono uno dei tratti più evidenti della sua personalità umana e artistica”.

     

     

     

     

     

    Read more »
  • Sic 2018: I film in programma

    La Settimana Internazionale della Critica (SIC),  sezione autonoma e parallela organizzata dal Sindacato
    Nazionale Critici Cinematografici Italiani (SNCCI) nell’ambito della 75. Mostra Internazionale d’Arte
    Cinematografica della Biennale di Venezia (29 agosto – 8 settembre 2018), presenta il suo programma. Unico italiano in concorso Saremo giovani e bellissimi con Barbara Bobulova.

     

    TUTTI I FILM

    Tumbaad di Rahi Anil Barve, Adesh Prasad (Film di apertura)
    A Kasha | The Roundup di Hajooj Kuka
    Adam Und Evelyn | Adam & Evelyn di Andreas Goldstein
    Bêtes Blondes | Blonde Animals di Alexia Walther, Maxime Matray
    Lissa Ammetsajjel | Still Recording di Saaed Al Batal, Ghiath Ayoub
    M di Anna Eriksson
    Saremo giovani e bellissimi di Letizia Lamartire
    Ti Imaš Noć | You Have The Night di Ivan Salatic
    Dachra di Abdelhamid Bouchnak (Film di chiusura)

    Read more »
  • 33. Settimana Internazionale della Critica: Saremo giovani e bellissimi, unico italiano in concorso

    Sarà l’unico film italiano in concorso alla 33. Settimana Internazionale della Critica, seziona autonoma e parallela  della 75.Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica, che oggi ha presentato il suo programma alla stampa. Si chiama Saremo giovani e bellissimi ed è l’opera prima di Letizia Lamartire con Barbora Bobulova, Alessandro Piavani, Massimiliano Gallo e Federica Sabatini.

    Isabella (Barbora Bobulova) ha diciott’anni nei primi anni Novanta, ed è una star. Incide un album che ha un enorme successo e che per un’estate intera passa su tutte le radio e le televisioni. Poi più niente. Oltre vent’anni più tardi, canta quegli stessi brani in un locale di provincia con suo figlio Bruno (Alessandro Piavani), chitarrista. È a causa del ragazzo che la sua carriera si è fermata, o almeno questo è quello che si racconta Isabella.
    Bruno e Isabella sembrano piùÌ fratello e sorella che madre e figlio. Famiglia non convenzionale e sgangherata, i due sono legati da un rapporto a tratti morboso, uniti contro il mondo. Questo legame peroÌ si rompe quando Bruno incontra Arianna, leader di un gruppo rock che gli propone di entrare nella sua band.
    Nel cast anche Elisabetta de Vito,  Ciro Scalera, Paola Calliari, Victoria Silvestro, Tiziana Viano, Matteo Buzzanca, Gianvincenzo Pugliese, Gianluca Pantosti.

     

     

    Read more »
  • ,

    Venezia 75: A star is born in antemprima mondiale

    L’atteso debutto alla regia di Bradley Cooper, A Star is Born, interpretato dallo stesso Cooper e da Lady Gaga, nel suo primo ruolo da protagonista in un film, sarà presentato in anteprima mondiale, Fuori Concorso, alla 75. Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia.

    La proiezione di A Star is Born – anche co-sceneggiato e prodotto da Bradley Cooper – si terrà venerdì 31 agosto in Sala Grande al Palazzo del Cinema del Lido di Venezia. La 75. Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica si terrà dal 29 agosto all’8 settembre 2018, diretta da Alberto Barbera e organizzata dalla Biennale presieduta da Paolo Baratta.
    In questa nuova versione di una tormentata storia d’amore, Cooper interpreta il musicista di successo Jackson Maine, che scopre la squattrinata artista Ally (Gaga) e si innamora di lei. Ally ha da poco chiuso in un cassetto il suo sogno di diventare una grande cantante, fino a quando Jack la convince a tornare sotto i riflettori. Ma mentre la carriera di Ally inizia a spiccare il volo, il lato privato della loro relazione perde colpi a causa della battaglia che Jack conduce contro i suoi demoni interiori. A Star is Born avrà canzoni originali eseguite dal vivo nel film da Cooper e Lady Gaga, da loro scritte in collaborazione con altri artisti come Lukas Nelson, Jason Isbell e Mark Ronson.  Nel cast anche Andrew Dice Clay, assieme a Dave Chappelle e Sam Elliott.
    Scritto da Eric Roth e Bradley Cooper & Will Fetters sarà nei cinema dal 5 ottobre per la Warner Bros. Pictures.

    Read more »
  • ,

    Ant-Man and The Wasp al Giffoni Film Festival 2018: Paul Rudd ed Evangeline Lilly presentano la nuova avvenura Marvel

    Paul Rudd ed Evangeline Lilly sul water carpet della 48esima edizione del Giffoni Film Festival. Accolti dal calore dei fan, in occasione della proiezione in anteprima nazionale del nuovo film Marvel Ant-Man and The Wasp, i due protagonisti hanno risposto ieri ad alcune domande del pubblico in sala e hanno ricevuto il Giffoni Experience Award. Ant-Man and The Wasp arriverà nelle sale italiane il 14 agosto preceduto da alcune anteprime l’11 agosto.
    Dopo gli eventi raccontati in Captain America: Civil War, Scott Lang deve affrontare le conseguenze delle proprie scelte sia come supereroe sia come padre. Impegnato a gestire la sua vita familiare e le sue responsabilità come Ant-Man, si vede assegnare una nuova e urgente missione da Hope van Dyne e dal Dr. Hank Pym. Scott dovrà indossare ancora una volta la sua tuta e imparare a combattere al fianco di Wasp, mentre la squadra cercherà di far luce sui segreti del proprio passato.
    Come il precedente capitolo, Ant-Man and The Wasp è diretto da Peyton Reed e prodotto da Kevin Feige, mentre Louis D’Esposito, Victoria Alonso, Stephen Broussard, Charles Newirth e Stan Lee ne sono i produttori esecutivi. La sceneggiatura è firmata da Chris McKenna & Erik Sommers, Andrew Barrer & Gabriel Ferrari e Paul Rudd.
    Al fianco di Paul Rudd ed Evangeline Lilly, tornano nel cast anche Michael Peña e il premio Oscar Michael Douglas, insieme a Bobby Cannavale, Judy Greer, Abby Ryder Fortson, Michelle Pfeiffer e Laurence Fishburne.

    Read more »
  • ,

    Festa del Cinema di Roma 2018: In concorso il nuovo film di Edoardo De Angelis

    Il vizio della speranza di Edoardo De Angelis in conocorso alla tredicesima edizione della Festa del Cinema di Roma (in programma da 18 al 28 ottobre).
    Ad annunciarlo il direttore Antonio Monda: “Sono felice e onorato di ospitare alla Festa del Cinema un film che conferma il grande talento di Edoardo De Angelis – ha dichiarato – Ciò che rende commovente e potente la pellicola è il modo in cui il regista riesce a raccontare la speranza all’interno di un mondo di desolazione”.

    De Angelis – che torna dietro la macchina da presa dopo il successo di Indivisibili – firma una storia di vendetta e riconciliazione che ha come sfondo il fiume Volturno e le terre che lo circondano: la protagonista è Maria, interpretata da Pina Turco (Gomorra – La serie), la cui esistenza scorre, senza sogni né desideri, a prendersi cura della madre e al servizio di una madame ingioiellata. Insieme al suo pitbull dagli occhi coraggiosi, Maria traghetta sul fiume donne incinte, in quello che sembra un purgatorio senza fine. È proprio a questa donna che la speranza, un giorno, tornerà a far visita, nella sua forma più ancestrale e potente, miracolosa come la vita stessa: perché restare umani è da sempre la più grande delle rivoluzioni. Nel cast anche Massimiliano Rossi, Marina Confalone, Cristina Donadio, Marcello Romolo. Le musiche sono firmate, come già in Indivisibili, da Enzo Avitabile. Il film prodotto da Attilio De Razza e Pierpaolo Verga, sarà distribuito in sala da Medusa.

    La tredicesima edizione della Festa del Cinema di Roma inoltre darà il benvenuto anche a Isabelle Huppert, protagonista di un Incontro ravvicinato con il pubblico, che riceverà il Premio alla Carriera da Toni Servillo.
    “Sono entusiasta di celebrare alla Festa del Cinema un’attrice di straordinaria sensibilità, finezza e profondità come Isabelle Huppert – ha spiegato Monda – Una magnifica interprete umanista che riesce sempre a trasmettere, anche in ruoli difficili e drammatici, grande empatia verso i personaggi da lei messi in scena”.

    Read more »

  • ,

    Tom Hooper dirigerà Taylor Swift, Jennifer Hudson, James Corden e Ian McKellen nell’adattamento di Cats

    Tom Hooper si prepara a dirigere Taylor Swift, Jennifer Hudson, James Corden e Ian McKellen nell’adattamento sul grande schermo del celebre Cats.
    Il musical di Andrew Lloyd Webber, uno dei più longevi di Broadway, racconta la storia di una comunità di gatti, i Jellicles e della notte in cui decideranno quale gatto avrà l’onore di ascendere al paradiso dei Jellicle Cats.
    Le riprese dovrebbero iniziare a fine anno nel Regno Unito e il cast è destinato ad allargarsi. L’adattamento porterà la firma di Lee Hall, lo sceneggiatore di Billy Elliot.
    Al timone del progetto targato Universal, il celebre regista de Il discorso del re e I miserabili.

    Read more »
  • ,

    Venezia 75: First man è il film di apertura

    Sarà  Il primo uomo (First Man) di Damien Chazelle (La La Land, Whiplash) ad aprire la 75. Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica (29 agosto – 8 settembre 2018) .
    “Sono onorato dell’invito di Venezia e sono entusiasta di ritornare. E’ particolarmente emozionante che questa notizia sia così vicina all’anniversario dell’atterraggio sulla luna. Non vedo l’ora di portare il film alla Mostra”,  commenta il regista che per la seconda volta dopo La La Land avrà l’onore di inaugurare il festival.
    Gli fa eco il direttore Alberto Barbera: “E’ un autentico privilegio poter presentare in prima mondiale il nuovo, attesissimo film di Damien Chazelle. Un lavoro personale, affascinante e originale, piacevolmente sorprendente al confronto con gli altri film epici del nostri tempi, a conferma del grande talento di un regista tra i più importanti del cinema americano di oggi. Siamo grati alla Universal Pictures per aver accettato di condividere con noi l’apertura della 75. Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica con First Man”.

    Interpretato da Ryan Gosling, Jason Clarke e Claire Foy e prodotto dalla Universal Pictures, il film racconta la storia della missione della Nasa per far sbarcare un uomo sulla luna, concentrandosi sulla figura di Neil Armstrong negli anni dal 1961 al 1969. L’annuncio della prima mondiale del film arriva alla vigilia del 49. anniversario dell’allunaggio dell’Apollo 11.

    First Man sarà proiettato in prima mondiale mercoledì 29 agosto nella Sala Grande del Palazzo del Cinema al Lido di Venezia.

     

     

    Read more »
  • “Enfants Perdus” in concorso al Giffoni Film Festival 2018

    Il cortometraggio scritto e diretto da Ermanno Dantini sbarca in concorso a Giffoni nella sezione Parental Experience (in programma a Giffoni Valle Piana dal 20 al 28 luglio).
    Enfants Perdusentra così a far parte dei 12 cortometraggi in competizione al Giffoni Film Festival 2018CHASING (Italia, 2018) di Federico Papagna, UPROAR (Italia, 2017) di Ludovico Di Martino, 2ND CLASS (Svezia, 2018) di Jimmy Olsson, AMERICA (Israele, 2018) di Nadav Arbel, A SON(Corea del Sud, 2018) di Bongju Kim, BECAUSE THIS IS MY CRAFT (Portogallo, 2018) di Paulo Monteiro, GOLD (Svezia, 2018) di Abbe Hassan, LANDSHARKS(Gran Bretagna, 2018) di Aaron Dunleavy, NIGHTSHADE (Paesi Bassi, 2018) di Shady El-Hamus, TSAR BOMBA (Svizzera, 2018) di Oskar Rosetti e WARRIORS OF SANITÀ (Gran Bretagna, 2018) di Luca Nappa.
    Mi ha sempre incuriosito capire il momento e le circostanze che portano un ragazzino o un adolescente a perdere la strada e diventare un criminale”, ha dichiarato il regista, aggiungendo: “Il disagio dei bambini è dettato dalla negligenza degli adulti”.

    La storia è quella di Adriano, un bambino di otto anni che vive a Tor Bella Monaca, un quartiere periferico di Roma. La sua famiglia si mantiene confezionando e smerciando cocaina e, quando il padre viene arrestato, Adriano è costretto a crescere in fretta per aiutare la madre e il fratello maggiore in quella che è la sola attività che gli consente di vivere e pagare i conti. Nel cast anche l’attrice Lidia Vitale nei panni della madre di Adriano.

     

     

     

    Read more »
  • Alice nella città 2018, prime anticipazioni

    Prime anticipazioni da Alice nella città, la sezione autonoma e parallela della Festa del Cinema di Roma dedicata alle nuove generazioni. Giunta alla sua sedicesima edizione si svolgerà a Roma dal 18 al 28 ottobre 2018 tra Casa Alice, gli spazi dell’Auditorium Parco della Musica e alcune sale cinematografiche della città, presentando un’estrema varietà di formati e linguaggi visivi in cui convivranno i classici contemporanei, le prime visioni, le grandi anteprime fuori concorso, le serie tv, i cortometraggi, i film rari ed i restauri. “Un kinodromo che, – dichiarano i curatori Gianluca Giannelli e Fabia Bettinisenza imporre rigide gerarchie interpretative, offrirà l’opportunità a un pubblico plurale di spettatori, appassionati, curiosi, famiglie, esperti di cinema e studenti, di esplorare liberamente geografie, generi cinematografici e storiecomplesse e sofisticate, concepite con serietà e passione, come merita di essere ogni progetto che ha l’infanzia e l’adolescenza come destinatario finale”.

    La nuova programmazione metterà al centro le opere presenti nelle tre sezioni che corrispondono alle tradizionali linee di ricerca collegate al Concorso, PanoramaPanorama Italia, la linea di programma che intercetta gli esordi e affronta i temi dell’adolescenza e della giovinezza con uno sguardo più adulto. Tra i primi titoli del programma 2018 il film di preapertura di JOHNNY ENGLISH COLPISCE ANCORA distribuito dalla Universal Pictures International Italy, con un grande Rowan Atkinson (Mr Bean e Johnny English), che sarà a Roma non solo per accompagnare il film, ma sarà anche protagonista di un incontro sul mestiere dell’attore e sulla comicità con gli studenti delle scuole di cinema.  Un doppio appuntamento con uno degli attori che ha saputo divertire e far ridere il pubblico di tutte le età.

    Nella sezione Panorama avremo in anteprima europea il film AKID LIKE JAKE, con protagonista un bambino di quattro anni brillante e precoce che preferisce Cenerentola a GI Joe.  Il film diretto da Silas Howard vede nel cast: la 4 volte vincitrice del Golden Globe Claire Danes, la vincitrice del Premio Oscar Octavia Spencer, Priyanka ChopraJim Parsons, (Sheldon di Bing Bang Theory) che sarà a Roma per presentare il lungometraggio insieme al regista del film e sarà anche protagonista di un incontro con i ragazzi. Per festeggiare il suo arrivo in Italia, Alice organizzerà anche un evento speciale legato ai 10 anni di Big Bang Theory, la serie più seguita in America degli ultimi 18 anni.

    Il primo titolo ad essere annunciato in Concorso è l’anteprima internazionale di THE NEW ROMANTIC l’opera prima di Carly Stone, vincitrice del SXSW South by Southwest, una romantic-comedy cinica e ingenua al tempo stesso che vede come protagonista una delle attrici giovani più amate dal pubblico dei ragazzi Jessica Barden. Classe 1992, la Barden – reduce dall’enorme successo della serie The End of the F***ing World, in cui interpreta la parte di Alyssa, nell’acclamata serie Netflix tratta dal fumetto di Charles Forsman sarà a Roma per accompagnare il film ed incontrare i ragazzi.

    La linea d’incontri Un certo sguardo raccoglierà personalità provenienti da ambiti diversi che saranno invitate a condividere con il pubblico l’approfondimento di temi e film preferiti che hanno contribuito alla loro educazione culturale. Fra i primi ospiti annunciati: Andrey Konchalovskiy e lo sceneggiatore Barry Morrow.
    Dei ragazzi spesso si dice che sono distratti, che mancano di memoria, che sono superficiali ed è vero, forse; certo non più di noi adulti, che dietro i banchi non ci siamo più. Ma se è vero, dobbiamo ammettere una mancanza, un errore nelle modalità educative. Chi nasce con occhi per vedere, sa già anche guardare o a guardare si impara? Interrogarsi sullo sguardo e sul modo di raccontarle, allora diventa necessario. Una riflessione che affronteremo con Andrei Konchalovsky, un regista che ha compiuto un percorso umano e professionale encomiabile, che si sostanzia in una visione positiva del cinema, mezzo capace non solo di patire ma di agire nella realtà, riconnettendola a un’ideale di giustizia. Una riflessione che accompagna il suo lavoro, perfetto esempio di quel cinema capace di essere politico senza più essere ideologico, etnografico senza dover essere scientifico. Un gioco di corrispondenze in dialogo con le storie narrate da Barry Morrow, premio Oscar per la sceneggiatura di Rain Man, con cui cercheremo di raccontare un cinema intimo però declinato al plurale, in quella collettività, quel noi, da cui emerge e ritorna la storia e il senso di ogni individuo, come strumento privilegiato nell’approccio anche educativo allo sguardo.

    Con la sezione Quei ragazzi, da quest’anno Alice si apre ai classici contemporanei, ai film del passato restaurati e riproposti per la loro forza e attualità; in collaborazione con la Cineteca Nazionale e il Luce Cinecittà, festeggeremo in occasione dei trent’anni dall’uscita in sala il 20 ottobre 1988, il restauro di Mignon è partita, sorprendente esordio cinematografico di Francesca Archibugi, che da subito ebbe il sostegno del pubblico, mettendo in luce la sensibilità della regista di dirigere e raccontare il disagio degli adolescenti, e il passaggio all’età adulta; temi portanti del suo cinema che vedrà la sua genesi nel bellissimo Il grande cocomero.

    Premio Camera d’Oro

    Anche quest’anno la giura dei ragazzi sarà affiancata da una giuria di professionisti che sarà chiamata ad assegnare alla migliore opera Prima   e  Seconda   presentata nel programma   di   Alice nella   città (sia nel concorso Young/Adult sia in Alice/Panorama), il premio Camera d’Oro. Negli anni passati hanno fatto parte della giuria tra gli altri: Celine Sciammà, Matt Dillon, Trudie Styler, Zoe Cassavetes, Gabriele Mainetti, Claudio Giovannesi, Anna Foglietta, Nicola Guaglianone.

    I primi giurati di quest’anno sono: l’attrice ELISA SEDNAOUI (L’amore dura tre anni, L’accertamento, Bus Palladium, Soap Opera, La leggenda di Kaspar Hauser, già madrina di Venezia nel 2015) e lo sceneggiatore e produttore americano Premio Oscar per Rain Man, BARRY MORROW. 

    Le due RASSEGNE TEMATICHE di quest’anno sono dedicate alle figure infantili e adolescenziali nel cinema dell’orrore e l’altra a una selezione degli Autori Italiani che negli ultimi anni ci hanno rappresentato all’estero, dal titolo Italian Cinema Now: una nuova formidabile generazione.

    La prima sarà dedicata alle figure infantili e adolescenziali nel cinema dell’orrore: il titolo è un omaggio ai ragazzi coraggiosi di Stephen King e sarà una rassegna/saggio, in collaborazione con il sito di critica cinematografica Quinlan, dove “indagheremo l’argomento della paura attraverso una selezione di film, testi e immagini che affrontano da un lato il mutamento delle figure infantili e adolescenziali nel cinema dell’orrore: da vittime indifese ed innocenti a inquietanti protagonisti di terribili crudeltà, dall’altro l’orrore visto con gli occhi dei bambini, anzi, con il Terzo Occhio infantile che, da Stephen King in poi, viene unanimemente riconosciuto come la capacità che i ragazzi hanno di vedere più a fondo nelle cose (luccican za). Il che, tradotto nel linguaggio della paura, significa la possibilità di scoprire il Male anche quando si riveste di forme apparentemente innocue. Per questo stiamo invitando Autori e registi immaginando di costruire con loro incontri e proiezioni serali che arricchiranno questa rassegna/saggio che ha lo scopo di riportare l’attenzione del pubblico adulto su alcuni film simbolo emersi da questo scavo”.

    Il programma delle rassegne si concluderà con il racconto di uno sguardo eccezionale; Italian Cinema now: una nuova formidabile generazione, in collaborazione con L’Accademia del cinema italiano – premi David di Donatello, che “intende presentare una selezione degli autori italiani che negli ultimi anni hanno rappresentato l’Italia nelle selezioni dei festival internazionali sottolineando la tendenza, a nostro avviso in sintonia con l’affermazione  degli autori, che vede una nuova  generazione di curatori italiani ai vertici di festival e cineteche europee: il cinema italiano si dimostra tra i più vivi del mondo e forse il più vivo d’Europa”.

    Read more »

Back to Top