LOGO
,,

Venezia 75. – Lady Gaga brilla nei panni della protagonista di A star is born

È una delle storie d’amore più iconiche, quella della ragazza di provincia con il sogno di diventare una grande star che finisce per innamorarsi perdutamente di un famoso  artista. Al declino sfortunato di lui corrisponderà l’ascesa di lei. Il primo a raccontarcelo sul grande schermo fu nel 1937 William A. Wellman, sarebbero arrivati poi il remake di George Cukor del 1954 con Judy Garland e quello del 1976 con Barbra Streisand. Oggi È nata una stella diventa oggetto di un terzo remake, A star is born, presentato fuori concorso alla Mostra d’Arte Cinematografica di Venezia, romantico e dolcissimo esordio alla regia dell’attore Bradley Cooper, che qui scrive insieme allo sceneggiatore Eric Roth, canta e recita accanto alla regina del pop Lady Gaga.
Naturalissima e senza trucco per l’intera durata del film, completamente spogliata del look provocatorio a cui ci ha abituato nel corso degli anni, la cantante si consacra anche attrice e lancia così la sua corsa verso la nomination agli Oscar.

“Sin dall’inizio della mia carriera mi è sempre piaciuto trasformarmi, fa parte della mia arte, della mia musica – racconta durante la presentazione del film al Lido –Quando io e Bradley ci siamo visti per la prima volta ricordo che stavo scendendo le scale di casa mia e lui aveva pronto nelle mani il prodotto per struccarmi. Mi disse: ‘Non voglio vedere trucco sul tuo viso’. Ha scoperto una nuova me e una mia vulnerabilità, ma nello stesso tempo mi ha reso libera. Sa bene ciò che vuole, è un visionario, con lui ho realizzato il sogno di essere un’attrice; nella vita ho imparato che basta una persona in tutto il mondo che creda in te per far sì che le cose succedano”. E ad Ally, l’artista squattrinata che interpreta, di cose ne succederanno tante sin dall’incontro con Jackson Maine (Cooper), tormentato musicista sul viale del tramonto con il vizio dell’alcol, che la scoprirà per caso nel locale in cui la ragazza si esibisce di notte insieme ad un gruppo di drag queen. Sulle note de ‘La vie en rose’ se ne innamorerà e ne riconoscerà il talento, trasformandola in una cantante di successo.
Una storia classica, senza strappi, che viaggia su toni malinconici, cavalca alcuni clichè del genere e trova i suoi momenti migliori nelle performance musicali dell’inedita coppia di artisti, tutte rigorosamente live, molte delle quali girate sul palco del festival di Coachella: “In quel momento ci sentivamo vivi, era un live con il pubblico presente, è stato facile entrare in un luogo per me così familiare, me era la mia prima volta da attrice. Nell’ultimo ciak di quella scena Bradley mi si è avvicinato e mi ha detto: ‘Divertiti e basta!’, non dimenticherò mai la sensazione, è stato come se cantassi quella canzone per la prima volta”, ricorda Lady Gaga.

Entrambi hanno rubato l’uno dall’altro, in un rapporto di stima reciproca e collaborazione: “Dal primo momento mi ha fatto sentire a mio agio, – dice Cooper – non ero nervoso, lei è sempre stata molto presente, calda e affettuosa ed era divertente vederla ogni giorno cantare, la guardavamo tutti con ammirazione”.
Un rapporto di scambio continuo, gli fa eco lei: “È un bravo cantante, canta dal cuore. Me ne sono accorta la prima volta che l’ho sentito cantare nel salotto di casa mia. Lui mi ha accettato come attrice e io come artista”.
E aggiunge: “Ho detto molti no, soprattutto all’inizio della mia carriera: non ero certo la ragazza più bella della stanza e molti discografici avrebbero voluto prendere le mie canzoni e farle cantare da altre. Ma ho sempre cercato di tenermele strette, qualsiasi cosa mi chiedessero insistevo nel farlo come avrei voluto io, ci tenevo a mantenere sempre una mia visione personale e non mi interessava essere sexy come le altre”. E chissà che la ragazza un po’ insicura degli esordi, che girava da un bar all’altro con il suo pianoforte, la prossima notte degli Oscar non salga a conquistare la sua prima statuetta. A star is born!

About the author
Elisabetta Bartucca

Leave your comment


         




Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to Top