LOGO

Lars von Trier parla del suo prossimo film, The House That Jack Built

A Lars von Trier, si sa, piace molto provocare scalpore con i suoi film e, dopo aver diffuso l’immagine che annuncia l’imminente inizio delle riprese del suo nuovo progetto (potete vederla in calce a questa news), rivela qualcosa in più su The House That Jack Built.
Intervistato dal Guardian – e già questo dovrebbe fare notizia, considerato che il regista danese non ama raccontare i suoi film alla stampa soprattutto da quando, nel 2011, fu bollato come “persona non gradita” al Festival di Cannes, dopo una inopportuna battuta antisemita – von Trier ha definito il film come il più cupo della sua filmografia. Non a caso, per annunciarne le riprese, ha deciso di farsi ritrarre in una foto ispirata al suo maestro, Carl Theodor Dreyer (omaggiando il capolavoro del 1932, Vampyr).
The House That Jack Built – afferma von Trier si basa sull’idea che la vita sia malvagia e senza anima, come ci ha fatto notare il trionfo dell’Homo Trumpus, il Re dei Ratti“. Dopo i due capitoli di Nymphomaniac, la nuova pellicola dell’autore danese sarà ambientata nella Washington a cavallo tra gli anni Settanta e Ottanta e seguirà dodici anni di vita di un uomo “estremamente intelligente che diventa un efferato serial killer“. Protagonista sarà Matt Damon e con lui, nel cast, troveremo anche Bruno Ganz, Sofie Grabol e Riley Keough. Le riprese di The House That Jack Built inizieranno in Svezia a marzo per poi concludersi a Conpenhagen verso maggio. Il film è atteso per il prossimo anno nei cinema.

Lars von Trier

About the author
La redazione

Leave your comment


         




Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to Top