LOGO
,

A spasso con Bob: cambiare vita grazie ad un gatto

A spasso con Bob: cambiare vita grazie ad un gatto

Tratto da una storia vera raccolta poi in un romanzo di successo, A spasso con Bob è il film dal sapore natalizio che racconta la vita di strada di un ex-tossicodipendete. Tutto cambia quando il ragazzo incontra un misterioso gatto rosso. Diretta da Roger Spottiswoode, la pellicola sarà nelle nostre sale il prossimo 9 novembre.

2stellemezzo

Ha il retrogusto della favola natalizia questo A spasso con Bob, il film di Roger Spottiswoode che da mercoledì 9 novembre sarà nelle nostre sale cinematografiche. Tratto dal bestseller omonimo scritto da James Bowen (ed edito in Italia dallo scorso 18 ottobre da Sperling&Kuper), il film racconta la storia vera di un giovane ex-tossicodipendente senza fissa dimora – lo stesso Bowen – la cui vita cambia completamente quando incontra un misterioso gatto rosso, Bob.

James (Luke Treadaway) vive alla giornata per le strade di Londra e raccoglie qualche spicciolo suonando la chitarra davanti a Covent Garden e nelle stazioni della metro. Un giorno trova un gatto rosso e se in un primo momento cerca di sbarazzarsene andando a cercare il padrone, successivamente decide di tenerlo con sé. Bob diventa così l’attrazione principale delle sue esibizioni per strada: le persone che si fermano ad ascoltarlo sono sempre più numerose e anche un giornalista è affascinato dalla sua storia. Ma i fantasmi di un recente passato, i dissapori con il padre e la tentazione della droga sono in agguato per James, rendendo ancora più impossibile la sua decisione di cambiare vita.

Dramma e tenerezza si intrecciano in questo racconto che Spottiswoode (Il domani non muore mai, Il ritorno di Mr. Ripley) porta sul grande schermo. Come per il suo film precedente, Il mio amico Nanuk, anche qui il regista canadese racconta l’incontro tra un uomo e un animale (lì era un cucciolo di orso, qui un gatto) e la magia che ne viene fuori. Bob è il motore di un drastico cambiamento, è lo scrigno nel quale James trova la forza di affrontare le sue debolezze – la dipendenza dalla droga – e affrontarle, in modo da dare una svolta alla sua vita. Bob e James vivono ai margini della società: sullo sfondo della grande città che si muove, corre, va veloce e ha assurde pretese (la signora che chiede a James di venderle Bob per regalarlo al figlio), la coppia arranca e cerca di conquistare quel piccolo quotidiano spazio nel mondo, che può essere una scatoletta di tonno da comprare a fine giornata o una confezione di croccantini.
Al regista sta il merito di mostrarci la storia non solo dal punto di vista di James, ma da quella di Bob: in tal senso le riprese in soggettiva “ad altezza gatto” sono un ottimo espediente per farci entrare ancora di più all’interno delle dinamiche mostrate. Una storia che propone una visione ottimistica e positiva della vita, soprattutto in momenti di forte disagio, e che, a poco più di un mese dalle festività natalizie, non guasta.

About the author
Augusto D'Amante

Leave your comment


         




Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to Top