LOGO
,

Green Drop Award 2016: il ‘green carpet’ torna a Venezia

Green Drop Award 2016: il ‘green carpet’ torna a Venezia

L’ambiente torna ad essere protagonista alla 73a Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia con il Green Drop Award, il premio che Green Cross Italia assegna al film, tra quelli in gara nella selezione ufficiale del Festival, che meglio interpreta i valori dell’ecologia, dello sviluppo sostenibile e della cooperazione fra i popoli.

Tante le novità di questa quinta edizione che tingerà di verde il Lido di Venezia dal 31 agosto al 10 settembre. In particolare, ad accendere i riflettori della sostenibilità su Venezia, sarà il Green Day: il 7 settembre infatti verranno affrontate le tematiche ambientali attraverso l’arte cinematografica con workshop, incontri e seminari cui prenderanno parte professionisti del settore, personaggi del mondo del cinema, della cultura, dell’architettura e della scienza. Lo scorso anno, ad aprire il Green Day fu Alfonso Cuaròn, regista premio Oscar nel 2014 e presidente di Giuria di Venezia 2015.

 

“Quest’anno il Green Day di Venezia si fa ancora più ricco – fa sapere Marco Gisotti, direttore del premio, durante la serata di presentazione ufficiale anticipando i nomi di Ricky Tognazzi e Simona Izzo tra i giurati. Ancora da svelare i nomi degli altri membri della giuria e, in particolare, il trofeo 2016, la “goccia d’acqua” soffiata dai maestri vetrai di Murano che, dopo aver raccolto negli anni passati la terra del Brasile, dell’Antartide, dell’Egitto e del Senegal, avrà quest’anno una valenza di particolare importanza legata anche all’enciclica “Laudato sii”, dedicata alla difesa del creato. Il Green Day sarà inoltre arricchito dal primo seminario di Cinema Verde, svolto in collaborazione con la Federazione Italiana dei Media Ambientali (FIMA), sulle tecnologie e i materiali verdi per il cinema e sui temi della sostenibilità nella cinematografia italiana e straniera.

“Come tutti gli anni le nostre iniziative a Venezia, come questa di Roma, sono finalizzate alla raccolta fondi per i nostri progetti di cooperazione per lo sviluppo e la difesa dell’ambiente – spiega Elio Pacilio, presidente di Green Cross Italia – L’edizione 2016, in particolare, punta ad acquisire i fondi necessari per la realizzazione di tre pozzi per l’acqua potabile a Mbane in Senegal, dove da tempo noi siamo impegnati”.

Il Green Drop Award, vinto nelle edizioni passate da Le cinque stagioni di Peter Brosens e Jessica Woodworth (2012), Ana Arabia di Amos Gitai (2013), The postman’s white nights di Andrei Konchalovsky (2014) e Behemoth di Zhao Liang (2015), quest’anno sarà assegnato venerdì 9 settembre.

About the author
La redazione

Leave your comment


         




Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to Top