LOGO
,

Suspiria: Tilda Swinton e Dakota Johnson nel remake

Suspiria: Tilda Swinton e Dakota Johnson nel remake

Il remake di Suspiria, film icona del cinema horror di Dario Argento, aggiunge i primi nomi al suo cast: Tilda Swinton e Dakota Johnson. Il film, che sarà diretto da Luca Guadagnino, vedrà i tre lavorare nuovamente insieme dopo il non proprio fortunatissimo A bigger splash, presentato lo scorso anno al Festival di Venezia.
Il progetto di realizzare un remake della celebre pellicola di Argento, datata 1977, stuzzica la fantasia hollywoodiana dal 2008 e in un primo momento era stato affidato al regista David Gordon Green.
Stando a quanto affermato da Guadagnino, il remake sarà ambientato nella Berlino della fine degli anni Settanta, a differenza dell’originale che era ambientato a Friburgo, dove la strega Helena Markos, nota come Mater Suspriorum, la più anziana delle Tre Madri, aveva fondato un’Accademia di Danza. Inoltre il remake si ispirerà al cinema di Fassbinder, uno dei registi più apprezzati da Guadagnino, mentre la colonna sonora sarà affidata a John Adams, al quale spetta il difficilissimo compito di eguagliare le musiche dei Goblin.
Per quanto riguarda i ruoli che le due attrici andranno ad interpretare, ancora non si hanno conferme da parte della produzione e si possono solo azzardare delle ipotesi, mentre per le riprese occorrerà aspettare gli inizi di giugno, visti gli impegni della Johnson sul set dei due sequel di Cinquanta sfumature di grigio, ma anche in questo caso occorre aspettare l’ufficialità da parte della produzione.
Suspiria ebbe due sequel, Inferno del 1980 e La Terza Madre del 2007, tutti diretti da Argento, ma quando uscì nel 1977, in Italia non ottenne il successo della pellicola precedente del regista, Profondo Rosso. All’estero, invece, il film fu particolarmente apprezzato, tanto che il successo di Argento a livello internazionale è legato principalmente a questo film.

About the author
La redazione

Leave your comment


         




Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to Top