LOGO
,,,

Come salvarsi dall’universo Star Wars

Come salvarsi dall’universo Star Wars

Spade laser, cavalieri jedi, droidi, principesse di galassie lontane. Manca davvero poco al debutto in sala di Star Wars – Il risveglio della forza (il prossimo 16 dicembre), il capitolo che riaprirà una delle saghe più longeve della storia del cinema. Creata e scritta alla fine degli anni ’70 da George Lucas, che dopo la vendita nel 2012 della Lucas Film alla Disney si farà da parte per lasciare il posto a J.J. Abrams, Guerre stellari è oggi molto più che una saga: un fenomeno di costume, una religione che nel giro di trent’anni ha creato un universo parallelo capace di sopravvivere ai suoi sei film (la trilogia originale  prodotta dal 1977 al 1983 e la seconda, un prequel, realizzata dal 1999 al 2005).
Gadget, personaggi, una propria filosofia, romanzi, serie tv, videogiochi che hanno accompagnato un’intera generazione, forgiando seguaci in tutto il mondo con tanto di convention e raduni per quelli che definire fan sarebbe persino troppo riduttivo. Ci si chiede allora come potrà sopravvivere all’invasione chi di Jedi e spade laser non vuole sentire parlare, chi è riuscito ad arrivare alla soglia dei quaranta lasciando che Darth Vader, la principessa Leila e Luke Skywalker rimanessero su quella ‘galassia lontana lontana’ senza invadere la propria, chi il prossimo 16 dicembre lo passerà in un cinema d’essai lontano da deliri super galattici.

Salvarsi  da Star Wars insomma, è possibile, basta seguire alcune semplici regole che ci siamo divertiti a elencare qui sotto.

–  Weekend al cinema? I multisala sono un obiettivo sensibile. Evitateli e per una volta lasciatevi conquistare da una vecchia e polverosa sala di periferia.
Star Wars non conosce confini e il rischio è quello di ritrovarselo in casa sotto le mentite spoglie del nuovo spot Tim. Un cambio repentino di canale appena vedrete materializzarsi la faccia di Pif vi salverà, a meno che non moriate dalla voglia di ritrovarvi a canticchiare inavvertitamente l’ormai noto tema musicale della saga intonato in questo caso da un coro natalizio di bambini.
– Anche una breve sosta in libreria potrebbe rivelarsi fatale: cofanetti da collezione, gift-box, gigantografie, action figures e una spropositata serie di poster imperano tronfi sugli scaffali. Non vi resta allora che dirigervi come un caterpillar verso il vostro titolo, o ripiegare sulla sessione narrativa.
– Non sottovalutate il potere dei gadget. Sono tanti, infiniti, camaleontici, capaci di camuffarsi tra una Winx e un Iron Man, nell’insospettabile reparto giocattoli del centro commerciale sotto casa. Così può capitare che un busto di Darth Vader o uno Jedi in miniatura  se ne stiano lì pronti a tendervi un’imboscata appena avrete girato l’angolo delle Barbie. Statene alla larga finché potrete.
– Il grande alleato di Star Wars è il Natale, quello schizofrenico e delirante che prima o dopo vi trascinerà nel bel mezzo di una babelica carrellata di idee-regalo super mega galattiche. Resistetegli!
– Questa volta la maratona di film natalizi ve la ciuccerete tutta e senza batter ciglio per schivare un’invasione mediatica che altrimenti vi farebbe sentire irrimediabilmente alieni.
Frequenterete con più oculatezza i social per evitare che il countdown ansiogeno e irritante vi causi un convulso senso di insofferenza verso il bulimico proliferare di post di amici, che inevitabilmente si riverseranno sulla pagina del vostro profilo.
Dichiaratevi senza paura, venite allo scoperto e ditelo che no, non lo avete mai visto. Seguiranno infinite ramanzine su come siate riuscite a smarcarvi dal ‘culto’, facce interrogative, consigli sull’episodio ‘assolutamente da vedere’, su quello da cui iniziare, un breve excursus sulle due trilogie e poi… poi forse, vi lasceranno in pace a bearvi della vostra ignoranza.

About the author
Elisabetta Bartucca

Leave your comment


         




Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to Top