LOGO
,

Ewan McGregor, sì al sequel di Trainspotting

Ewan McGregor, sì al sequel di Trainspotting

Diventano sempre più concrete le possibilità di vedere i protagonisti di Trainspotting, Renton, Begbie, Sick Boy e Spud di nuovo insieme sul grande schermo, soprattutto dopo le recenti dichiarazioni di Ewan McGregor nel corso dell’ Edimburgh Film Festival. L’attore scozzese sarebbe infatti pronto a riprendere il proprio ruolo nel sequel (Porno) del cult diretto da Danny Boyle nel 1996 e che lo lanciò.
Messe da parte, per sua stessa ammissione, le antiche divergenze con il regista, fino ad ora uno dei principali ostacoli alla realizzazione di un seguito del film, McGregor avrebbe definito “straordinaria” l’opportunità di lavorare ancora una volta con il cast originale e Boyle.
“Potrebbe essere il film che mi riporterà a girare in Scozia. Ci sarei, l’ho detto già a Danny. Tutti ne hanno parlato e ci hanno speculato sopra, ma non c’è ancora nulla di confermato. Né ho visto una sceneggiatura e non so se ce ne sia una”, ha dichiarato l’attore.
Basato sul romanzo di Irvine Welsh, Trainspotting raccontava una storia di dipendenza da eroina nei sobborghi di Edimburgo; fu il film che fece di McGregor una star, la seconda collaborazione con Boyle dopo Piccoli omicidi tra amici nel 1994. Il sodalizio sarebbe proseguito fino al 1998 con Una vita esagerata per interrompersi brutalmente nel 2000, dopo che il regista gli preferì Leonardo DiCaprio come protagonista di The Beach, nella parte originariamente destinata a lui.
“E passato tanto tempo e penso di aver anche cambiato idea a riguardo. Siamo tutti un po’ cresciuti e ne è passata di acqua sotto i ponti ora da allora! – ha spiegato McGregor – Mi manca lavorare con Danny, ho fatto alcuni dei miei lavori migliori con lui ed è uno dei miei registi preferiti tra quelli con cui ho lavorato. Non scorreva del buon sangue tra noi, ma ora è tutto finito e penso che sarebbe straordinario vedere un sequel 20 anni dopo l’originale”.

Pressato sui temi che ha rotto la sua e Boyle stretto rapporto di collaborazione, McGregor ha detto: Per anni e anni, ero [Boyle, Hodge, di MacDonald] attore. Era più importante per me di qualsiasi cosa ed è definito chi sono io come attore. Esso ha fissato il bar molto alto per me e sto sempre alla ricerca di quella connessione, che la fiducia e la forza di ciò che si può uscire con. Non hai idea di dove si proviene “.

L’idea di un sequel di Trainspotting è stato intorno dal l’autore dei libri originali, gallese, ha scritto Porno, il letterario di follow-up. McGregor ha per anni respinto ogni ipotesi di lavoro, ma due anni fa discorsi seri sorto che Boyle, lo sceneggiatore John Hodge e il produttore Andrew MacDonald stavano lavorando su un libero adattamento di Porno.

About the author
La redazione

Leave your comment


         




Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to Top