LOGO
,

Il mese del documentario: Via alla terza edizione

Il mese del documentario: Via alla terza edizione

Torna dal 22 aprile al 27 maggio  Il Mese del Documentario per uno sguardo d’eccezione sul cinema del reale contemporaneo, sulle sue storie e sui suoi modi di raccontare.
Organizzata da Doc/it – Associazione Documentaristi Italiani in collaborazione con l’Associazione dell’Autorialità Cinetelevisiva 100autori, la manifestazione propone il meglio del documentario italiano con 70 proiezioni in 14 città, in Italia e in Europa. Un intero mese in cui saranno proiettati i cinque film finalisti che concorrono al Doc/it Professional Award per il miglior documentario dell’anno e in cui il pubblico potrà dialogare con i registi.

Non è più necessario ricordare e ripetere quanto il cinema del reale sia diventato il territorio più vitale della sperimentazione visiva e narrativa contemporanea. – spiegano i nuovi direttori artistici Gerardo Panichi e Luca Scivoletto – Oggi una vera domanda di documentario esiste, ed è anche grazie al piccolo contributo che ha dato una manifestazione come la nostra, che ha sempre cercato di conciliare il mondo degli autori e produttori di cinema del reale e un pubblico nuovo e diversificato. È con questi presupposti che siamo nati, due anni fa. E il pubblico ci ha dato ragione: più di tremila spettatori nel 2013, oltre diecimila nell’edizione 2014″.

Il Doc/it Professional Award si conferma il più importante premio della categoria del documentario italiano.
Ben due le selezioni per arrivare ai 5 film finalisti.
Sono 84 le opere che hanno partecipato a una prima selezione di un comitato scientifico composto da giornalisti, direttori di festival ed esperti di documentario che ha scelto i migliori 21 lavori da sottoporre alla seconda selezione.
Più di 150 professionisti del settore hanno poi votato i migliori 5 documentari decretandone il vincitore.

Sono stati votati cinque stili diversi per cinque film che proclamano la crescente affermazione del documentario italiano. A cominciare da Sacro GRA di Gianfranco Rosi, opera simbolo per gli amanti e i professionisti del settore per la sua storica vittoria del Leone d’Oro alla 70ª Mostra internazionale d’arte cinematografica di Venezia, e Stop the pounding heart di Roberto Minervini, il delicato ritratto di una giovane texana presentato in anteprima mondiale al 66o Festival di Cannes, proiettato in numerosi festival internazionali e vincitore del David di Donatello nel 2014. Stile gangster movie per la storia dei due fratelli Messina, i proprietari dell’unica fabbrica di sigarette italiana che fanno la guerra alle lobby del tabacco e protagonisti di SmoKings di Michele Fornasero, presentato in anteprima mondiale a Visions du Rèel, fra i più importanti festival di documentario europeo. In un’inquietante e poetica trasposizione, gli abitanti di un piccolo paese del Vermont offrono la loro voce ai tagliatori di pietra europei immigrati lì all’inizio del ventesimo secolo in The stone river di Giovanni Donfrancesco, vincitore di numerosi premi tra cui il Globo d’Oro al miglior documentario. Dal profondo di Valentina Pedicini ribalta invece le prospettive mostrando come a centinaia di metri sotto la terra si nasconda la vita. Presentato in anteprima al Festival Internazionale del Film di Roma 2013 in cui ha vinto il premio al Miglior Documentario, racconta la vita e le lotte di Patrizia, unica minatrice in Italia a scendere 500 metri sotto il livello del mare.

La votazione dei finalisti è stata resa possibile grazie alla digital library  di Doc/it, italiandoc, il più grande archivio italiano dedicato al documentario che ha offerto la possibilità ai professionisti del settore di visionare e votare le opere direttamente on-line. Quest’anno gli accessi sono stati più di 1850.

La presentazione ufficiale de Il Mese del Documentario si terrà presso la Casa del Cinema di Roma (largo Marcello Mastroianni 1) mercoledì 22 aprile alle ore 20:30 assieme ai direttori artistici Gerardo Panichi e Luca Scivoletto, il direttore della Casa del Cinema Giorgio Gosetti, la preside del Centro Sperimentale di Cinematografia Caterina D’Amico e i partner locali. A seguire la proiezione del primo dei cinque film finalisti del Doc/i Professional Award Stop the pounding heart di Roberto Minervini e l’incontro skype con il regista.

Sono 14 le città che hanno aderito alla manifestazione testimoniando il sempre crescente interesse da parte del pubblico per il cinema del reale. Unico nella sua formula Il Mese del Documentario proietterà i film a Roma, L’Aquila, Bari, Milano, Napoli, Nola, Noto, Nuoro, Palermo, Trieste e per l’estero Berlino, Grenoble, Londra e Parigi.

Grazie a importanti partner quali Il Centro Sperimentale di Cinematografia, Il Mese del Documentario sarà quest’anno anche a L’Aquila (Sala rossa del Gran Sasso Science Institute), e a Milano (Cinema Beltrade), consolidando Palermo (Sala Bianca Centro Sperimentale di Cinematografia, Cantieri Culturali alla Zisa). In collaborazione con l’Apulia Film Commission i 5 finalisti del Doc/it Professional Award verranno proiettati anche al Cineporto di Bari. Nuove sedi anche Trieste, in collaborazione con il Cinema Ariston, e Noto, nel bellissimo Teatro Comunale di Noto, grazie all’impegno e all’entusiasmo dell’Associazione FrameOff già organizzatrice di Documentaria, rassegna dedicata al cinema del reale.

Si confermano Napoli, dove saranno proiettati in uno dei luoghi simbolo per il documentario, il Cinema Astra all’interno della storica rassegna Astradoc a cura di Arci Movie e Parallelo 41, Nola al Cinema Multisala Savoia, Nuoro, all’Auditorium “Giovanni Lilliu” in collaborazione con l’ISRE – Istituto Superiore Regionale Etnografico.

Per l’estero la conferma di 3 importanti città europee, dove la rassegna arriva grazie al sostegno degli Istituti di Cultura:  Berlino, al Kino Babylon assieme all’Istituto Italiano di Cultura di Berlino, Londra nella sede dell’Istituto Italiano di Cultura di Londra, e Parigi al Cinéma La Clef grazie alla preziosa collaborazione dell’Istituto Italiano di Cultura della capitale francese. E una new entry, Grenoble, dove Il Mese del Documentario si terrà al Cinéma Le Club grazie all’Associazione Dolce Cinema e a La Maison de L’Image.

La rassegna, come tradizione, inizia ogni settimana da  Roma, città nella quale viene ospitata alla Casa del Cinema nel cuore di Villa Borghese, riconfermando il sodalizio che dura fin dalla sua prima edizione.

Non solo proiezioni, ma anche incontri e dibattiti con gli autori che hanno da sempre caratterizzato un momento vitale e molto amato dal pubblico de Il Mese del Documentario.
I registi Giovanni Donfrancesco (The stone river), Michele Fornasero (SmoKings), e Valentina Pedicini (Dal profondo) gireranno l’Italia e l’Europa per incontrare gli spettatori mentre verranno organizzati incontri skype con Roberto Minervini (Stop the pounding heart) e Gianfranco Rosi (Sacro Gra).

Tanti i premi: il Doc/it Professional Award è un premio del valore di 3.000€ offerto da Doc/it – Associazione Documentaristi Italiani che verrà assegnato mercoledì 27 maggio al termine del ciclo di proiezioni

Protagonista anche il pubblico di tutte le 14 città coinvolte che sceglierà il miglior documentario italiano dell’anno esprimendo il proprio voto alla fine di ciascuna proiezione.

About the author
La redazione

Leave your comment


         




Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to Top