LOGO
,,

The iceman: Vita e morte di un amorevole serial killer

The iceman: Vita e morte di un amorevole serial killer

In sala dal 5 febbraio il film sulla vera storia di Richard Kuklinski, uno dei più feroci serial killer statunitensi.

2stellemezzo

Un tranquillo serial killer ‘di famiglia’. Questo tenta di raccontare The iceman, pellicola di Arel Vromen, presentato fuori concorso nel 2013 al Festival di Venezia.
Una storia vera, quella di Richard Leonard ‘Iceman’ Kuklinski, un nome da talentoso sportivo americano ma in realtà assassino seriale in un’America osservata dal regista tra gli anni ’50 e ’80.
Il film nasce dalle pagine di ‘The iceman: The true story of a Cold-Blooded killer’ scritto da Anthony Bruno. Un assassino a sangue freddo, capace di condurre una vita da perfetto family man, il buon padre di famiglia tutto casa, lavoro e omicidi su commissione. Più di cento quelli attribuitigli, fin da quando questo immigrato polacco cominciò ad uccidere, a soli 13 anni. Il film si poggia totalmente sull’interpretazione di Michael Shannon, credibilissimo nei panni di un omone di due metri e di oltre cento chili, impassibile quando uccide e, in alternativa, amorevole tra le quattro mura della sua casa della middle class. Nei panni dell’inconsapevole compagna una brava Winona Ryder, capace in un paio di scene da protagonista pura, di rendere lo stupore di chi scopre la doppia natura dell’essere umano.

Bene e male, il lato oscuro della mente umana, la discriminante di un’infanzia brutalizzata, e ancora i bassifondi e la ricerca dell’assassino noto allo spettatore ma non alla polizia: ci sono tutti i tipici ingredienti del ‘classico di genere’ in The iceman, che non riesce però mai a decollare, restando attaccato alle potenti spalle del suo talentoso protagonista e trascinandosi anche un po’ stancamente verso il finale, con la sola attenuante della cruda verità che porta con sé il doloroso reale protagonista, morto in una cella nel 2006, senza una lacrima per le sue 100 e più vittime, ma con un fiume riservato per la sua bella famigliola, costruita all’ombra di un illusorio American dream…

Rocco Giurato

About the author
La redazione

Leave your comment


         




Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to Top