LOGO
,,

Words with Gods : quando la religione si fa concetto

Words with Gods : quando la religione si fa concetto

Potente lavoro corale di nove abili registi che rappresentano, attraverso le loro specifiche metriche, nove storie in cui le protagoniste assolute sono le globali credenze religiose. Questo è Words with Gods.

4stelle

Una coralità di intenti molto particolare. Un film che racconta come l’umanità affronti in modi alquanto diversi l’esperienza della nascita e della morte, della fede smarrita e di quella apparentemente ritrovata. Words with Gods mostra ciò che oggi alimenta la società contemporanea, ovvero l’aridità esistenziale che staziona fortemente a danno della religione. Ad incentivare un’ottica pressoché nichilistica è l’influenza di questi nove registi che risultano essere profondamente coinvolti, facendo riferimento alle loro esperienze di vita riguardo a determinate religioni. Se si pensa poi che in questo “lotto” compaiono nomi come quelli di Amos Gitai, Hideo Nakata, Alex De la Iglesia ed Emir Kusturica, allora si comprende il valore metaforico ma soprattutto concettuale di questo lavoro. Words with Gods è infatti un film eterogeneamente nobile, che mischia la sacralità delle religioni con l’”esorcizzazione” stessa di alcune di queste. Si passa infatti da lavori semi-biblici – “Veri Dei”, diretto da Warwick Thornton, e “Sangue di Dio” di Guillermo Arriaga – ad episodi altamente riflessivi che in qualche modo contestano la conduzione esistenziale dell’umanità stessa attraverso i “dogmi” della religione – uno su tutti “il libro di Amos”, diretto da Amos Gitai. Si assiste poi anche ad un vero e proprio abbattimento della “soggezione” indotta dallo pseudo-tradizionalismo – abile in questo caso il solito “vate” dell’ironia riflessiva Alex de la Iglesia. Words with Gods è un’opera complessa, culturalmente imponente: in qualche modo questo lavoro suggestiona lo spettatore nel riflettere sulla sua esistenza e, soprattutto, sulla sua coscienza. I produttori di Words with Gods di fatto credono che questo film sia un mezzo efficace per far sviluppare una discussione sul pluralismo religioso – argomento che ora viene trattato superficialmente dalla massa – in modo tale da ripristinare quelle coscienze tormentate che sostengono, nel bene e nel male, la società di oggi.
Words with Gods è un lavoro sollecitativo per l’uomo , una sorta di ammonimento per il suo “credo” e per la sua filosofia di vita. Tuttavia a causa della pungente capacità di mettere lo spettatore di fronte ad una totale presa di coscienza, risultando essenzialmente provocatorio, difficilmente ci saranno estimatori che capiranno il vero valore di questo lavoro, perché il rischio che questo film possa diventare oggetto per gli indottrinati “filo-tradizionalistici” è tanto.

About the author
La redazione

Leave your comment


         




Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to Top