LOGO
,,

Mr Peabody & Sherman: In viaggio nel tempo

Mr Peabody & Sherman: In viaggio nel tempo

Il nuovo cartoon della DreamWorks punta sul rapporto padre-figlio per regalare al pubblico un’irresistibile avventura in perfetto equilibrio tra risate e buoni sentimenti.

3stelleemezzo

Mr Peabody & Sherman: sono loro le star (poco conosciute in Italia) del nuovo cartoon della DreamWorks in uscita nelle sale il 13 marzo. La loro storia? Arriva da lontano precisamente da Peabody’s Improbable History, frammento del Rocky and Bullwinkle Show, trasmissione cult americana di fine anni ‘50.
Mr Peabody è un cane dalle doti eccezionali: fine intellettuale, premio Nobel, scienziato, ma anche musicista e inventore. E non solo: è anche il padre adottivo di Sherman, un simpatico bambino occhialuto abbandonato in fasce. Grazie alla portentosa invenzione del ‘tornaindietro’, padre e figlio viaggiano in epoche remote e affrontano mirabolanti avventure sfidando le leggi spazio-temporali.
Diretto da Rob Minkoff (Stuart Litte, Il re leone), il film è un divertentissimo viaggio nella Storia, tra l’antico Egitto e la guerra di Troia, passando per il Rinascimento e la Rivoluzione francese. Lo spettatore rimane subito conquistato dalla galleria di esilaranti personaggi incontrati dai protagonisti, da una golosa Maria Antonietta che si ingozza di dolci a un bizzarro Leonardo Da Vinci alle prese con l’inquietante prototipo di un bambino.
Il film corre su due binari, rivelandosi come un’opera per bambini solo ad uno sguardo superficiale: l’attenzione del pubblico adulto è catturata infatti non solo puntando sul fattore nostalgia, ma soprattutto infarcendo il film di battute sottili, allusioni e numerose citazioni (esilarante quella su Spartaco o il cammeo di Clinton), risultando un’opera divertente per tutte le età.
Non manca l’attenzione ad aspetti più ‘seri’, vedi il tema dell’adozione e dell’intervento dei servizi sociali e il bullismo, così come la giusta dose di buoni sentimenti. Il tema centrale del film rimane infatti il rapporto padre-figlio, ma i toni sentimentali non scadono mai nell’eccesso di melassa.
Il tono didattico di alcune parti, mutuato dalla serie originale, risulta smorzato dall’atmosfera generale, caratterizzata da un ritmo veloce e da battute e situazioni spassose.
A fronte di una trama che non brilla per originalità, il valore del film è dato proprio dal ritmo e dalla giusta combinazione di humour (anche grottesco) e di una morale più profonda, in grado di conquistare il pubblico di grandi e piccini.

Sara Tonarelli

About the author
La redazione

Leave your comment


         




Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to Top