LOGO
,

Justin e i Cavalieri Valorosi: La sfida di Manuel Sicilia

Justin e i Cavalieri Valorosi: La sfida di Manuel Sicilia

Un cast all star per il cartoon d’animazione prodotto e interpretato da Antonio Banderas, dal 24 ottobre nelle sale.

2stellemezzo

Seconda prova per il regista spagnolo Manuel Siracusa, che dopo aver vinto il Premio Goya come miglior film d’animazione nel 2009 con “El lince Perdido” , ha voluto dare fiducia al progetto di “Justin e i Cavalieri Valorosi”, gioiello della casa di produzione Kandor Graphics, di cui è socio insieme ad Antonio Banderas. Il film racconta la storia di Justin, un giovane virtuoso che vive in un regno di burocrati, dove purtroppo i cavalieri sono stati estromessi dal potere. Justin vorrebbe diventare un cavaliere valoroso come lo è stato suo nonno, nonostante il padre, consigliere della Regina,  non sia d’accordo con lui. Spinto dalla complicità della saggia nonna e messo da parte il suo amore per la bella e vanitosa Lara, Justin intraprende il viaggio per diventare cavaliere e lungo il cammino incontrerà la giovane esuberante Talia, l’eccentrico mago Melquiades, l’aitante Sir Clorex, e i tre monaci Blucher, Legantir e Braulio, che si occuperanno del suo addestramento. Nonostante le difficoltà, Justin dovrà accettare di battersi con Sir Heraclio, un ex cavaliere in esilio che tornato in patria , si vuole vendicare minacciando di distruggere il regno con l’aiuto dell’esercito di Sota.

Nonostante la trama non sia propriamente originale e vada a ricalcare il filone epico-cavalleresco  a cui si sono ispirati diversi film nella storia del cinema, dall’ultima trilogia de “Il Signore degli anelli”, ai più classici “Robin Hood” e “Ivanohe”, il film è da apprezzare soprattutto per l’alto profilo tecnico-visivo con cui è stata realizzata la pellicola assolutamente impeccabile nella riproduzione di location, paesaggi, figure e giochi cromatici.
Non a caso la produzione ha impiegato quattro anni di lavoro per la realizzazione del film che pur essendo un cartoon per bambini ambientato in epoca medioevale, ha saputo con humor e gag mettere in rilievo il contrasto tra il mondo degli eroi e quello dei burocrati, ingaggiando sia per la versione in spagnolo che per quella in inglese un gruppo di interpreti del calibro di Alfred Molina, Freddie Highmore, Julie Walters, Saoirse Ronan, Mark Strong, Rupert Everett e lo stesso Banderas nelle doppie vesti di produttore e doppiatore.
La morale che fa da filo conduttore alla vicenda è quella di non fermarsi davanti a difficoltà che sembrano impossibili da superare ma avere una grande determinazione e l’incoscienza giusta per provarci, non perdere l’obiettivo che ci si è prefissati, ma affrontare la realtà con spirito, un po’ come succede nella vita di tutti i giorni.

Mariangela Di Serio

 

Leave your comment


         




Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to Top