LOGO
,,

Aspirante vedovo: Venier omaggia Risi

Aspirante vedovo: Venier omaggia Risi

Presentato alla stampa il nuovo film diretto da Massimo Venier, con protagonisti l’istrionico Fabio De Luigi e la simpatica Luciana Littizzetto.
“Aspirante vedovo”, prodotto da Beppe Caschetto con Rai Cinema, prende spunto da “Il Vedovo”, capolavoro del ’59 diretto da Dino Risi e interpretato da Alberto Sordi e Franca Valeri. Il film uscirà nell sale a partire dal 10 ottobre.
Una commedia nera, come è stata definita dallo stesso regista e che potrebbe rappresentare il punto di inizio di un genere ormai scomparso da qualche tempo.

Come è nata l’idea di portare sul grande schermo questo film che riprende il soggetto del lavoro del Maestro Risi?
Massimo Venier: Una domanda che mi hanno fatto in tanti nel momento in cui ho deciso di affrontare una sfida del genere. Sono stato addirittura definito “pazzo”. Sicuramente mette i brividi accostarsi ad un film che rappresenta un pilastro del cinema italiano. Un film diretto magistralmente con due protagonisti che non hanno bisogno di essere commentati, Alberto Sordi e Franca Valeri.
Prima di mettermi a lavoro ho voluto incontrare personalmente Dino Risi, il quale ha apprezzato molto la mia idea, mi ha anche dato dei consigli. Sapevo che era un’impresa ardua ma alla fine eccoci qua.

E’ sbagliato definirlo un remake?
M. V. : Assolutamente sì. Quello che abbiamo cercato di fare era quello di riattualizzare una storia e dei personaggi che sono immortali. All’epoca Alberto Nardi si trovava di fronte all’boom economico degli anni Cinquanta, ora invece deve superare la forte crisi che ha colpito un po’ tutti. In definitiva sono cambiati i linguaggi ma come ho già detto diverse volte tutto cambia, ma la natura umana resta sempre quella.

Cosa l’ha spinta ad accettare il ruolo all’epoca interpretato dal grande Albertone?
Fabio De Luigi: Una grande esperienza, non è semplice, anzi sarebbe da stupidi, confrontarsi con Sordi, ma io non ho pensato minimamente a questo, altrimenti non sarei qui a parlare con voi giornalisti. Il mio è un omaggio a Dino Risi, Alberto Sordi e Franca Valeri, figure di riferimento per tutti noi che facciamo questo mestiere. Una scommessa per me, uno stimolo nuovo, un ruolo diverso dai quali la gente da casa è abituata a guardarmi. Adesso rimane il responso del pubblico…

Invece lei, signora Littizzetto?
Luciana Littizzetto: Che dire, il film di Risi è un capolavoro, con una storia meravigliosa. All’epoca il mio personaggio è stato interpretato da Franca Valeri, un’attrice alla quale non voglio e non posso paragonarmi, anzi mi limito a chiederle scusa. E’ stata una bella esperienza e poi è sempre un piacere lavorare con un simpaticone come Fabio. Spero che questo film vada bene, per dare una svolta al cinema italiano e far conoscere ai più giovani la commedia nera, un genere – secondo me – al quale andrebbe dato più spazio.

Giovanni Bonaccolta

Leave your comment


         




Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to Top