LOGO
,,,

Roma Fiction Fest 2013: Occhi puntati su Alessandro Gassman

Roma Fiction Fest 2013: Occhi puntati su Alessandro Gassman

Dopo Stefania Rocca e Giorgio Tirabassi al Roma Fiction Fest è stata la volta di Alessandro Gassman, intervistato dal direttore artistico del Festival, Steve Della Casa. L’attore romano ha infiammato la kermesse con quaranta minuti di emozioni. Ecco un estratto dell’incontro.

Cosa stai girando in questo momento?
Domani finirò le riprese di “Una grande famiglia 2 ”, per la regia di Riccardo Milani. Poi ho iniziato a girare “Tutta colpa di Freud”con Giancarlo Giannini e Claudia Gerini. Martedì inizio “I nostri ragazzi” di Ivano Di Matteo, dove sono protagonista con Barbora Bobulova, Giovanna Mezzogiorno e Luigi Lo Cascio.

Nel 1983 ti sei iscritto alla Bottega Teatrale di Firenze, quando hanno saputo chi eri come sei stato accolto?

Ho fatto un provino con un’altra persona, non con mio padre. Fui costretto a farlo, ma per fortuna qualcosa di buono è uscito fuori. In quel periodo non mi applicavo, perché in realtà non volevo fare l’attore!

Quando è scattata in te l’idea di fare l’attore?
Mi capitò di fare uno spettacolo teatrale che era una commedia. La scoperta di far ridere con un fisico non proprio da comico mi appassionò. Da quel momento decisi di diventare attore ‘volente’!

Tra televisione, cinema e teatro cosa scegli?
Tra tv e cinema non trovo differenze, perché scelgo sempre le cose scritte meglio. Se mollo una sceneggiatura è perché c’è qualcosa che non va. Il teatro è un luogo dove ho la fortuna di muovermi da 30 anni. E’ la mia casa.

 

Elisa Solofrano

Leave your comment


         




Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to Top