LOGO

Veritatis Splendor, via alle riprese in Basilicata

Veritatis Splendor, via alle riprese in Basilicata

La Basilicata ancora una volta set cinematografico per il nuovo lungometraggio della Naif Film, produzione che dal 2006 si preoccupa di portare avanti progetti audiovisivi capcai di promuovere le bellezze paesaggistiche della regione.
Cominceranno così il prossimo lunedì 24 giugno le riprese di Veritatis Splendor dell’artista pugliese Nino Cramarossa.
Due settimane – fino al 7 luglio – che vedranno il set spostarsi da Maratea alla caratteristica Trecchina, alla zona della Val d’Agri, fino ad arrivare ai Calanchi di Craco.
La storia racconta di due giornalisti (Diego Bottiglieri e Giulia Morgani) che durante l’installazione ipnotica di una mostra tornano indietro nel tempo ritrovandosi ad indossare i panni di Adamo ed Eva. Dopo un primo approccio spensierato con l’Eden, Adamo ed Eva vengono però sedotti da due demoni (Daniel De Rossi e Carmela Ricci) che cercheranno in tutti i modi di portarli sulla strada della tentazione e del peccato spingendoli a mangiare la vietata mela.
“L’input per questo lavoro cinematografico, originato da un recente fatto di cronaca (il suicidio di un dodicenne vittima di omofobia), mi ha portato a fare ulteriori riflessioni su altri episodi di crudeltà ponendomi di fronte a un cruciale interrogativo: di chi la colpa?  –  spiega il regista – Molti puntano il dito al relativismo, alla mancanza di ideali nei giovani, all’immoralità dilagante… Io invece sono ottimista! Per me vi è una catarsi, anche se a volte lenta, del genere umano. Chi avrebbe mai immaginato nei recentissimi anni ’60 che un nero sarebbe diventato Presidente degli Stati Uniti d’America? Chi si sarebbe battuto per i diritti dei gay, ritenuti malati di mente o peggio ancora criminali per cui era lecita la pena di morte? Forse qualcuno penserà che io sia un illuso… Rispondo quindi a tutti con questo lavoro cercando di far intendere, nel modo più semplice, in che consiste la dicotomia fra il bene e il male e smontando così le artificiose disquisizioni di chi si reputa detentore di moralità…. Sarò il bambino che, come nella favola di Hans Christian Andersen “Gli abiti nuovi dell’imperatore” grida: Il Re è nudo!

Leave your comment


         




Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to Top