LOGO
,,

The Bay: Il terrore corre sul filo… dell’acqua

The Bay: Il terrore corre sul filo… dell’acqua

Inquinamento ambientale, rifiuti tossici, acqua, paura e batteri carnivori. Questi gli ingredienti principali del nuovo film di fantascienza del regista Barry Levinson,The Bay, dal 6 giugno nelle sale italiane.
3stelleemezzo

Presentato al Toronto International Film Festival nel settembre 2012, The Bay è un horror puro, estremamente diverso dallo stile a cui Levinson ci aveva abituato nei suoi precedenti film come Rain Man, Disastro a Hollywood o L’Uomo dell’Anno. Un progetto completamente nuovo, dove l’uso di found footage, conferisce un tono molto più realistico a tutta la vicenda.
Nella piccola cittadina di Claridge, situata nella baia di Chesapeake,  gli abitanti si stanno preparando a festeggiare il 4 luglio. Tra giochi, gare e balli, tutto sembra andare per il meglio, ancora non sanno che il loro bene più prezioso, ciò che gli ha fruttato turismo, clienti, ciò che ha dato la vita a tutto si sta per trasformare nel loro nemico mortale: l’acqua. L’alto livello di tossicità, l’elevato tasso d’inquinamento collegato al rilascio nell’ambiente di ingenti quantità di escrementi di polli degli allevamenti vicini, provocano la proliferazione di un parassita che si propaga molto velocemente divorando gli organi interni di ogni essere vivente. Due biologi cercano di avvertire il sindaco, che per non gettare nel panico l’intera comunità, insabbia la notizia ritardando l’inevitabile catastrofe.
Girato interamente con un budget ridotto, senza attori famosi e usando camere commerciali come iPhone o le fotocamere Point&Shoot per rendere il linguaggio visivo autentico del filmato amatoriale, The Bay piacerà molto a chi ha a cuore le sorti del pianeta.
Un film documentario dunque, che mescola fatti realmente accaduti, come la moria di centinaia di pesci o improvvise eruzioni cutanee sulla pelle di ignari bagnanti, a dei fatti che potrebbero realmente accadere, creando una sorta di fiaba ammonitrice.

Antonella Ravaglia

Leave your comment


         




Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to Top