LOGO

G.I. Joe – La vendetta: Real american heroes

G.I. Joe – La vendetta: Real american heroes

Arriva nelle sale di tutto il mondo G.I. Joe – La vendetta, secondo capitolo della serie ispirata ai giocattoli della Hasbro nel quale spiccano Dwayne Johnson e Bruce Willis, che interpreta il Joe Originale.
VOTO: 3

I membri del gruppo speciale G.I.Joe, vengono accusati di alto tradimento dal misterioso assassino esperto di travestimenti Zartan che ha preso le sembianze del Presidente degli Stati Uniti, e che elimina la maggior parte della squadra attirandoli in una trappola. La Casa Bianca è in mano al Comandante Cobra, evaso con l’aiuto di Storm Shadow, mentre gli ultimi Joe rimasti, ovvero Roadblock (Dwayne Johnson Fast & Furious 5), Flint (D.J. Cotrona Dear John) e Lady Jaye (Adrianne Palicki, già vista in Legion) escogitano un piano per dimostrare la verità e distruggere i Cobra. Al loro fianco ci saranno Snake Eyes  il ninja muto, Storm Shadow che per vendicarsi di Zartan decide di combattere questa battaglia coi Joe e il Generale Joseph B. Colton, il cui nome in codice è G.I.Joe.
Rispetto al primo film, il regista Jon M. Chu ha voluto dare un’idea di arricchimento: intanto il 3D da una dimensione completamente diversa, consente di trasportare lo spettatore direttamente all’interno dell’azione e, seconda cosa, la creazione di nuove identità, che ha permesso di introdurre nuovi personaggi.
Gli amanti della serie a cartoni animati potrebbero rimanere comunque delusi, dato che il film continua a discostarsi parecchio: di fatto le uniche cose che hanno in comune sono i personaggi.

Antonella Ravaglia

About the author
Mattia Pasquini
Nascere subito dopo la fine dei "favolosi anni '60" e ritrovarsi battezzati dallo scioglimento dei Beatles e dalla sconfitta messicana nella finale di Coppa del mondo avrebbe potuto segnarlo (e non è detto che non sia successo), ma ogni storia deve avere un inizio. L'infanzia in pieni anni di piombo e la teenage, passata ad attraversare gli edonistici anni '80, mettono i semi di una instabilità che fortunosamente trova sfoghi intellettuali e creativi (altrimenti oggi avrebbe rubato la scena all'incontrastato Lecter) e lo tiene in equilibrio sul crinale tra scienza e umanismo. Matematica e comparatistica lo accompagnano verso l'esito più imprevedibile, che ancora oggi lo trova attivo e lo porta su queste 'pagine': il cinema. Una scusa (una passione, una professione) che lo porta a girare le sale di mezza Europa e non solo e ad invadere etere e web sin dal 1996 con scritti, discettazioni e cortometraggi animati grazie a 15 anni di 35mm.it e non solo. Scienziato mancato, scrittore mancato, dottore mancato, cuoco mancato, polemista mancato, spagnolo mancato. Manca niente? La scusa è "genio e sregolatezza", la realtà... è quello che vi aspetta.

Leave your comment


         




Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to Top