LOGO

I Croods: Come d’incanto

I Croods: Come d’incanto

Una nuova avventura in 3D dalla DreamWorks Animation che ci porta alle origini del tempo, in una ipotetica Era Crocodacia, quando anche Madre Natura iniziava a sperimentare possibili evoluzioni…
VOTO: 4

Un’avventura preistorica che guarda, ma solo da lontano, a L’era glaciale e ai Flinstones per raccontare in maniera illuminata e con ironia l’evoluzione del genere umano. I Croods, primo film d’animazione Dreamworks a essere distribuito in Italia da Fox  è un tripudio di immagini, un’esplosione di vitalità che descrive con intelligenza la meraviglia della prima volta, l’amore e l’incontro/ scontro con la civiltà attraverso il peregrinare di una bizzarra famigliola di cavernicoli.
Chris Sanders e Kirk De Micco raccontano con una comicità che si affida alla migliore tradizione slapstick, il viaggio della prima famiglia moderna composta da una galleria di personaggi originalissimi: il corpulento capofamiglia Grug (Nicolas Cage), la sua dolce metà Ugga (Catherine Keener), moglie e madre diligente, l’eccentrica suocera Gran (Cloris Leachman), una figlia adolescente fin troppo ribelle, Hip (Emma Stone), il monolitico secondogenito Tenco (Clark Duke) e la sfrenata Sandy, la piccola di casa.
Ma i Croods non sono i Flinstones: per loro la civiltà è ancora tutta da scoprire e risponde al nome di Guy, Homo Sapiens con la voce (nella versione originale) di Ryan Reynolds e il volto di un affascinante ragazzo che farà battere il cuore di Hip, .
Guy è la gioia del cambiamento, il piacere della scoperta – il primo fuoco, le prime scarpe, il primo animale domestico (l’inseparabile bradipo canterino di nome Laccio) – mentre Grug, energumeno preistorico, è il simbolo della paura, della chiusura, della conservazione dello status quo, ma è soprattutto un Padre in crisi.
Perché I Croods non è solo una commedia e nemmeno una semplice favola animata impreziosita da un 3D di indubbia qualità, ma è anche un film sulla famiglia e sulle sue dinamiche secolari: gli scontri generazionali, le crisi di mezza età, l’emancipazione dal nucleo familiare.
Ci si commuoverà e si riderà, in questo volo fuori dalla caverna tra creature fantastiche, davanti all’incanto di un cielo stellato e in mezzo ad una natura magica, irruenta e immensa.

About the author
Elisabetta Bartucca

Leave your comment


         




Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to Top